I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Sam Fender si scusa per una foto scattata con Johnny Depp

Sam Fender si è scusato per aver caricato una sua fotografia con Jeff Beck e Johnny Depp, etichettandoli come “eroi seri”. La foto è stata caricata sulle sue piattaforme di social media il 1 giugno, proprio mentre è stato raggiunto un verdetto sul processo per diffamazione di Depp con la sua ex moglie Amber Heard.

“Voglio scusarmi”, ha scritto sul suo Storia di Instagram oggi (4 giugno). “Sono stato invitato a incontrare brevemente una leggenda musicale e un attore che è stato in quasi tutti i film che ho visto da piccola. Sono andato – abbiamo chiacchierato con la musica e senza pensarci ho scattato una foto e l’ho pubblicata perché era piuttosto surreale.

“È stato ingenuo e irrispettoso nei confronti di coloro che si riferiscono a una qualsiasi delle questioni evidenziate nel processo”, ha spiegato Fender, “e alle questioni più ampie che pone. Non ci ho pensato e avrei dovuto”. Fender ha continuato a rimproverarsi per “ignoranza”, sostenendo che non prendeva in considerazione coloro che nominalmente erano stati colpiti da abusi domestici. Fender è probabilmente meglio conosciuto per la sua ballata “Seventeen Going Under”, che crea un suono più intimo per i ganci a botte preferiti da Beck.

Secondo quanto riferito, Beck e Depp stanno lavorando insieme a un album, ma Beck non è l’unico musicista ad aver supportato pubblicamente Depp durante questo periodo difficile. L’ex Beatle Paul McCartney ha eseguito una scarsa interpretazione di “My Valentine”, suggerendo che il bassista sostiene l’attore in questo momento critico della sua vita.

In altre notizie relative a Jeff Beck, l’ex Yardbird è attualmente coinvolto in un tour attraverso il Regno Unito. Volerà a Copenaghen il 28 giugno, da quel momento viaggerà attraverso la terraferma europea. Il chitarrista probabilmente eseguirà molte delle canzoni per cui è meglio conosciuto, tra cui “Beck’s Bolero”, un numero rock ruggente che vedeva Jimmy Page alla seconda chitarra.

Come è successo, la canzone è attribuita esclusivamente a Page, il che ha sorpreso la critica e il pubblico rock nel corso degli anni. La risposta di Beck è stata stoica: “No, non ho ottenuto un credito come autore di canzoni, ma ne vinci un po’ e ne perdi un po’ nel corso degli anni”.