I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Robert Carlyle sono le sue sei canzoni preferite di tutti i tempi

Robert Carlyle è stato immortalato nella storia del cinema per la sua incredibile interpretazione di Begbie Trainspotting, l’iconico film di Danny Boyle che è diventato una parte indispensabile della cultura popolare. Vera icona degli anni ’90, Carlyle ha apportato diverse interessanti aggiunte alla sua filmografia, tra cui Il pieno Monty e 28 giorni dopo.

Negli ultimi anni, Carlyle si è spostata verso il dominio della televisione e ha recitato in molte serie come C’era una volta e Cobra tra gli altri. Ha anche recitato in doppiaggio per diversi videogiochi, ma questi progetti sono decisamente minori rispetto a ciò che Carlyle ha ottenuto negli anni ’90 attraverso i suoi ruoli iconici.

Per fortuna, è stato riferito che Carlyle riprenderà il ruolo di Begbie in una serie televisiva spin-off incentrata sul personaggio. Basato su Irvine Welsh L’artista della lamail nuovo spettacolo esplorerà la vita personale di Begbie che ha adottato un nuovo nome e vive in California da uomo sposato con due figlie.

Oltre ad essere influenzata da drammaturghi come Arthur Miller, registi e attori, la musica ha svolto un ruolo enorme nello sviluppo artistico di Carlyle. Mentre si parla di alcuni dei suoi anni formativi in ​​an colloquiol’attore ha citato alcune delle canzoni che amerà per sempre e quelle che non sopporta.

Parlando di ‘The Last Waltz’ di Engelbert Humperdinck, Carlyle ha ricordato: “Ricordo mio padre che girava per casa cantando questa canzone quando ero giovane. L’ho usato nel mio film La leggenda di Barney Thomson perché c’è una scena ambientata al Glasgow Barrowland Ballroom, che è il luogo in cui mio padre usciva”.

Ha anche espresso il suo amore per Hotel California degli Eagles, il primo album che abbia mai comprato vincendo un concorso in un programma radiofonico. Inoltre, Carlyle ha rivelato che “Caledonia” di Frankie Miller gli ricorda sempre casa e lo lascia con un groppo in gola a causa della forza emotiva. Carlyle ha anche deciso una canzone funebre per se stesso, da accompagnare a “Maggie May” di Rod Stewart.

Tra le canzoni che odia di più, Carlyle ha chiamato “Lucille” di Kenny Rogers perché da adolescente doveva ascoltarla a ripetizione mentre lavorava in un supermercato. Carlyle si è lamentata: “Se mai dovessi sentire di nuovo questa canzone, penso che potrebbe mandarmi fuori di testa. È un orrendo canto funebre di una canzone, amico. Ha anche espresso il suo sincero desiderio di eliminare “Happy” di Pharrell Williams dall’esistenza.

Le canzoni preferite di Robert Carlyle:

  1. Engelbert Humperdinck – ‘L’ultimo valzer’
  2. Le Aquile – ‘Hotel California’
  3. Steve Harley e Cockney Rebel – ‘Fammi sorridere (vieni a trovarmi)’
  4. The Chemical Brothers – ‘Hey Boy Hey Girl’
  5. Frankie Miller – ‘Caledonia’
  6. Rod Stewart – ‘Maggie May’

Ascolta in streaming la playlist qui sotto.