I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Rivisitare il momento in cui Bob Dylan e John Wayne sono andati d’accordo

(Credito: Paramount/Alamy)

Bob Dylan non ha bisogno di presentazioni reali. È il principale cronista dell’era moderna attraverso l’arte e da quando è apparso per la prima volta sulla scena nei primi anni ’60 è riuscito per lo più a rimanere rilevante mentre sperimentava una tavolozza sonora sempre più diversificata. Sebbene musicalmente sia al top del suo gioco, è dal punto di vista dei testi che ha davvero brillato.

La sua prosa non è come nessun’altra nel mondo moderno, ed è grazie alla forza delle sue parole che è riuscito a portare con successo la società al compito e ai suoi mali, che vanno dal razzismo al sessismo e alla violenza. Ha assunto il ruolo del suo eroe Woody Guthrie e ha continuato a scrivere alcune delle più importanti canzoni di protesta degli ultimi 60 anni. Se qualcuno vuole un assaggio della portata del suo genio, il suo taglio del 2019 “Murder Most Foul” è una delle cronache liriche più avvincenti della storia.

L’eminenza di Dylan gli ha aperto quasi tutte le porte possibili. Uno dei più sorprendenti ha portato a un incontro con uno degli attori più iconici e controversi di tutti i tempi, John Wayne. Durante l’incontro, Dylan ha eseguito una manciata di canzoni per Wayne e, a detta di tutti, è stata una giornata normale.

Tuttavia, è reso ancora più notevole dal fatto che in termini di opinioni, Dylan e Wayne non avrebbero potuto essere più distanti. Dylan era un’icona controculturale che sposava i valori progressisti, mentre Wayne era un repubblicano per tutta la vita, con in mano quelle che nel mondo di oggi possono essere descritte solo come credenze bigotti.

Nel corso di un 2017 Domande e risposte con Bill Flanagan, Dylan ha ricordato di aver incontrato il Vero coraggio star, e quando gli è stato chiesto come andavano, ha sorpreso tutti rivelando: “Abbastanza bene, in realtà”.

Spiegando come l’incontro si è concluso, Dylan ha detto: “Il Duca, l’ho incontrato su una corazzata alle Hawaii dove stava girando un film, lui e Burgess Meredith. Nel film c’era anche una delle mie ex fidanzate e mi ha detto di venire lì; lei me lo presentò e lui mi chiese di suonare delle canzoni popolari. “

“Gli ho suonato ‘Buffalo Skinners’, ‘Raggle Taggle Gypsy’ e penso ‘Sono un Rambler, sono un giocatore d’azzardo.’ Mi ha detto che se volevo, potevo restare ed essere nel film. Era gentile con me”, ha ricordato. È davvero sorprendente notare che Dylan e Wayne sono andati così d’accordo, ma è sicuro dire che al di fuori di questa impostazione potrebbero non essere riusciti.

Per quanto riguarda il titolo del film? Si potrebbe sostenere che fossero gli anni ’65 Alla maniera del male, interpretato sia da Wayne che da Burgess Meredith, ed è stato girato a Pearl Harbor, nelle Hawaii. È interessante notare che il cast del film presenta solo una manciata di donne e, data la loro età, scommetto che l’ex fidanzata di cui parla Dylan è l’inconfondibile Jill Haworth.

Ascolta il remake del 2022 di “Subterranean Homesick Blues” di Bob Dylan di seguito.