I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Ricordando quando Prince è sfuggito a un potenziale divieto da “SNL”

Sabato sera in diretta è un colosso culturale, che produce una serie di momenti ormai iconici nelle sue 47 serie e 927 episodi. Fin dai suoi inizi nel 1975, lo spettacolo creato da Lorne Michaels è stato un bastione della commedia e della musica americana. Tuttavia, è anche noto per essere un sostenitore della censura, non ha paura di bandire gli ospiti per aver oltrepassato il limite per paura di offendere il loro pubblico ben intenzionato e spesso timorato di Dio.

Da The Replacements a Sinead O’Connor a System of a Down, molti dei nostri musicisti preferiti sono caduti in colpa a SNL. Spesso questo ha a che fare con imprecazioni, e per uno spettacolo a tarda notte, questo è piuttosto sbalorditivo. Anche se l’elenco delle stelle è stato bandito SNL è infinito, c’è un musicista iconico che è riuscito a evitare un divieto per quello che sembrava essere una bomba F.

Il musicista in questione era forse il musicista più iconoclasta di tutti i tempi, Prince, ed è arrivato durante la sua esibizione di debutto SNL il 21 febbraio 1981. A quel punto, a soli 22 anni, Prince non era la superstar che tutti conosciamo e amiamo oggi, e “Purple Rain” era ancora a tre anni dall’uscita.

Questo non ha messo in crisi Prince, tuttavia, e stava per cogliere l’opportunità di diventare un nome familiare. L’artista ha eseguito “Partyup” dagli anni ’80 Mente sporca, ma quando si è perso nella sua esibizione, ai dirigenti dello show è sembrato che avesse rilasciato una parolaccia e da allora ha diviso le opinioni. A circa un minuto dall’inizio dello spettacolo, Prince sembrava aver cantato il testo invariato, “Combattere la guerra è una fottuta noia”.

Nel libro Saturday Night: una storia dietro le quinte di Saturday Night Live, SNL lo scrittore Neil Levy e il censore Bill Clotworthy hanno guardato indietro al momento. Secondo quanto riferito, Levy ha chiesto a Cothworthy: “Ha detto ‘cazzo’?”, Mentre erano seduti nella sala di controllo a monitorare la performance.

Non volendo fare storie, Clotworthy ha risposto: “Nah, ha detto ‘dannazione'”, il che significa che se Prince ha effettivamente lanciato la bomba F, l’ha fatta franca. Fortunatamente per lui, la performance e il resto dello spettacolo sono andati avanti ininterrottamente e alla fine dello spettacolo si era appena assicurato migliaia di nuovi fan.

È interessante notare che questa non è stata l’unica volta in cui la bomba F è stata lanciata in quell’episodio. Poco prima che finissero i titoli di coda, il leggendario membro del cast Charles Rocket ha realizzato una parodia dell’argomento più sensazionalistico della giornata, il “Who Shot JR?” episodio di Dallas. Rocket, che ha interpretato la vittima di uno sparo, è stato chiesto da Dallas protagonista e conduttrice di quell’episodio Charlene Tilton come si sentiva. “E’ la prima volta che mi hanno sparato in vita mia… “Mi piacerebbe sapere chi cazzo è stato”, ha scherzato.

Sembra che ci fosse qualcosa nell’aria quella notte. Per quanto riguarda la performance di Prince, ti faremo decidere se ha giurato o meno, ed è difficile da chiamare.

Ascolta Prince mentre si esibisce in “Partyup”. SNL sotto.