I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Ricordando quando Phil Collins è apparso in “Hook”

Robin Williams è stata una delle figure più amate di Hollywood ed è considerato dalla critica come uno dei migliori fumetti di tutti i tempi. Nonostante la sua prematura scomparsa nel 2014, sarà sempre ricordato per le sue brillanti interpretazioni in film iconici come La società dei poeti morti, Buongiorno, Vietnam, Buona Volontà Cacciae innumerevoli altri.

Quando è arrivata la notizia della morte di Williams, per tutti noi che siamo cresciuti guardando il suo lavoro, è sembrato che la nostra infanzia fosse morta con lui. Tuttavia, ha lasciato una filmografia stellare, con molti momenti senza tempo che vedremo con i nostri figli quando saremo genitori. Indubbiamente, uno dei momenti più iconici della sua carriera è arrivato nella forma dell’avventura spavalda del 1991, Gancio. Diretto da Steven Spielberg, il film è il sequel del romanzo senza tempo di JM Barrie, Pietro e Wendye si concentra su un Peter Pan che ha ceduto all’età adulta e ha dimenticato la sua infanzia a Neverland.

In una svolta eccitante del personaggio, da adulto, Peter si chiama Peter Banning ed è un avvocato di successo che si gode le trappole banali di una famiglia nucleare. In poco tempo, però, l’equilibrio va in frantumi quando Capitan Uncino, la sua nemesi dell’infanzia, rapisce i suoi figli. Peter torna a Neverland nel tentativo di salvarli e reclama i ricordi sbiaditi del suo passato, diventando una persona migliore. È un film che è scolpito nei cuori di tre generazioni diverse.

Sebbene il film sia ovviamente interpretato dal suo protagonista, non è solo la Williams a impressionare, è l’intero cast. Con Dustin Hoffman nei panni di Capitan Uncino, Julia Roberts nei panni di Campanellino, Maggie Smith nei panni di Nonna Wendy e Bob Hoskins nei panni di Mr. Smee, la magia della sceneggiatura è stata aumentata dalla qualità delle sue stelle e senza di loro non sarebbe stata la stessa film.

Anche se potremmo passare un’età a discutere della qualità dei ruoli principali in Gancio, il film si distingue anche per l’ampia varietà di cameo. Da Jimmy Buffett a Carrie Fisher, c’è un assortimento di icone che compaiono nel film. Tuttavia, il più notevole deve essere quello del batterista e cantante dei Genesis, Phil Collins. Il musicista appare come lo sfortunato poliziotto, l’ispettore Good, che inizialmente sembra scettico sulla scomparsa dei bambini quando viene loro prima denunciata da Peter e sua moglie, Moira. Interpreta il ruolo dell’uomo di legge inglese schietto e ogni volta che guardo il film, sono altrettanto sorpreso che sia stato scelto per il ruolo perché non smette mai di sembrare del tutto casuale.

Anche se non eclissa Robin Williams in alcun modo durante il film, è meraviglioso vedere entrambi condividere lo schermo mentre cercano di capire dove sia andata la famiglia di Peter. Preparati a fare un viaggio nella memoria.

Guarda una clip di Phil Collins in Gancio sotto.