I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Quando un extra ha sfidato Eminem a una battaglia rap in “8 Mile”

(Credito: Mika-fotografia)

Provato da artisti del calibro di Diventa ricco o muori provando’ con 50 Cent o Fresco come il ghiaccio con Vanilla Ice, è raro che i film con le principali star dell’hip-hop nel ruolo principale abbiano buoni risultati al botteghino di Hollywood. Un film che ha invertito questa tendenza, tuttavia, è stato il film del 2002 8 miglia, un film vagamente basato sui primi anni di vita di Eminem, che recita nel film nei panni di un aspirante rapper di nome B-Rabbit.

Celebrato per la performance sorprendentemente avvincente di Eminem, 8 miglia avrebbe continuato a ricevere un Oscar per la migliore canzone originale e avrebbe ispirato un’intera generazione di giovani musicisti ambiziosi, ognuno dei quali desiderava replicare la vita dell’artista. Interpretato da artisti del calibro di Brittany Murphy, Kim Basinger, Michael Shannon, insieme a Eminem, il film presenta anche Anthony Mackie come principale antagonista, un famoso rapper chiamato Papa Doc.

Il dramma culmina tutto in una battaglia rap culminante tra B-Rabbit di Eminem e Papa Doc, con dozzine di rapper di Detroit assunti per lavorare come comparse nella scena, così come molti altri simili. Tenendo una competizione rap tra loro per tenere alto il morale, le comparse hanno tenuto una gara non ufficiale, con il vincitore scelto per apparire al fianco di Eminem in una piccola sequenza di montaggio.

Marv Won, il produttore discografico e rapper, è stato il fortunato vincitore di questo concorso, apparendo accanto a Eminem in una sequenza completamente muta. Con l’attore protagonista e il rapper a cui è stato ordinato di riposare la voce e di non dire una parola, a Won è stato detto di fingere di rappare, ma ha visto l’indifeso Eminem come un bersaglio troppo facile da non sfruttare.

Rappando alcuni versi pre-programmati, Eminem è stato colto alla sprovvista ma non era nemmeno disposto a sedersi e guardare. Parlando con Intrattenimento settimanale Eminem ha dichiarato: “Mi è stato detto che i microfoni sarebbero stati spenti quando stavamo girando le scene di montaggio di Rabbit che saliva in classifica e dovevamo mimare. Per qualche ragione, alcuni dei microfoni degli altri erano accesi e hanno iniziato a prendermi in giro davanti alla folla”.

Chiarindo ulteriormente la situazione, ha detto Marv Won MTV, “Dopo che ho sputato i miei versi, la folla mi amava. Quindi, il concorrente in lui non poteva lasciarlo andare. Vorrei che non fosse così meschino e vorrei che fosse un uomo più grande e mi lasciasse avere il mio dannato momento, ma non l’ha fatto”.

Distruggendo Won nella battaglia rap, secondo quanto riferito Eminem ha messo a tacere l’intera folla di comparse, ognuna delle quali ha ottenuto un nuovo rispetto per il rapper che esercitava un controllo intimidatorio sulla sua performance.

Sebbene la scena sia stata successivamente tagliata dal montaggio finale del film, è stata aggiunta all’uscita in DVD del film, con Won che ha accreditato il momento per aver rivitalizzato la sua carriera, come ha rivelato a MTV, “È stato davvero grandioso per me perché quella è stata una delle scene principali in cui hanno venduto il DVD… è stato il filmato che hanno inviato a ‘Entertainment Tonight’, ‘Extra’ e ‘Access Hollywood’. Ha davvero aiutato la mia visibilità”.

Rimanendo buoni amici fino ad oggi, mentre 8 miglia ha contribuito a stabilire Eminem come una superstar internazionale, ha anche portato Marv Won e molti altri a nuove vette.

Dai un’occhiata all’iconica scena eliminata, di seguito.