I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

L’unica canzone dei Grateful Dead “Europe ’72” senza sovraincisioni

La sovraincisione su album dal vivo è una pratica controversa e polarizzante nel mondo della musica. Da un lato, le sovraincisioni potrebbero essere viste come un’azione necessaria per produrre i migliori risultati possibili, con ritocchi alla voce o al rumore della folla che semplicemente ritoccano la magia che è già lì. D’altra parte, le sovraincisioni possono mascherare e oscurare la musica originariamente suonata, al punto che alcuni album dal vivo non suonano affatto come album dal vivo.

Alcuni degli LP live più famosi di tutti i tempi, tra cui i Kiss’ Vivo e di Little Feat Aspettando Colombo, sono stati sottoposti a estese sovraincisioni dopo le loro registrazioni dal vivo iniziali. Anche una band tanto amata per le sue singolari esibizioni dal vivo come i Grateful Dead non è stata esente dal perfezionare le proprie registrazioni in studio. Uno degli album più importanti della loro carriera dei Dead, 1972 Europa ’72è stato un documento live essenziale che è stato anche sottoposto a numerose sovraincisioni dopo il fatto.

La maggior parte di queste sovraincisioni è arrivata sotto forma di voce. Jerry Garcia, Bob Weir, Phil Lesh e Donna Jean Godchaux hanno tutti ottimizzato, e nella maggior parte dei casi completamente ri-registrato, le loro esibizioni vocali per il mix finale dell’LP. Garcia e Weir hanno aggiunto ulteriori sovraincisioni di chitarra su un certo numero di tracce, mentre il pianista Keith Godchaux ha sovrainciso anche alcune nuove parti di tastiera. Quando tutto è stato detto e fatto, solo una canzone del mix finale non ha ricevuto alcuna sovraincisione.

Quello era l’originale ‘Mr. Charlie’, scritto con i testi del paroliere interno di Dead Robert Hunter. Quasi immediatamente dopo essere tornato negli Stati Uniti, Pigpen iniziò ad ammalarsi e si sarebbe esibito solo per un altro concerto con i Dead dopo il Europa ’72 tour prima di ritirarsi da tutte le attività della band. In verità, Pigpen stava morendo, il suo corpo si sgretolava a causa di anni di abuso di alcol. Durante le sessioni di sovraincisione per Europa ’72Pigpen era l’unico membro assente.

Keith Godchaux ha aggiunto alcune linee di pianoforte aggiuntive alla seconda delle due canzoni di Pigpen incluse nell’album finale, “Hurts Me Too”, ma senza la direzione del suo scrittore in studio, “Mr. Charlie’ è rimasto intatto. Entrambe le canzoni di Pigpen sono state lasciate alla fine delle sessioni di sovraincisione, con i Dead che speravano che Pigpen alla fine si sarebbe ripreso abbastanza per unirsi a loro per i mix finali. Ciò non è accaduto, e solo quattro mesi dopo il rilascio di Europa ’72Pigpen è morto per un’emorragia gastrointestinale all’età di 27 anni.

Scopri l’unica vera canzone dal vivo di Europa ’72, ‘Sig. Charlie’, in basso.