I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Loyle Carner ritorna con il video autodiretto di “Hate”

Loyle Carner è tornato con il suo nuovo singolo infuocato, “Hate”, la sua prima traccia dell’anno.

The South Londoner non pubblica un album dal 2019 Non agitando, ma annegando, ed è rinfrescante avere di nuovo in azione il ragazzo più simpatico del rap. Mentre ha nutrito i fan nel 2020 con il singolo prodotto da Madlib, “Yesterday”, “Hate” è apparentemente l’inizio del suo terzo ciclo di album.

Essere abbastanza fortunati da assistere a un (non molto) segreto set di Carner nell’intima tenda di Rabbit Hole a Glastonbury il mese scorso per ascoltare un’anteprima di “Hate” è stato un tempestivo promemoria dell’immenso talento del rapper. Ha anche suonato un altro brano inedito prodotto da Madlib durante il suo concerto.

“Hate” è uno sforzo potente e vede il rapper in una posizione molto più oscura e aggressiva di quella che siamo abituati a vedere da Carner. Tuttavia, è traboccante di sincera emozione, che è ciò che sa fare meglio. Parlando della traccia, ha detto: “Una delle poche canzoni fatte da un posto odioso. Ero arrabbiato con il mondo, spaventato e sopraffatto. Non è filtrato. Davvero solo un flusso di coscienza che costruisce la comprensione che l’odio è radicato nella paura.

Ha aggiunto: “Mi ricorda le volte in cui la nebbia rossa prende il sopravvento e quanto ti senti solo quando passa la nebbia di riposo. Arrogante e ipocrita ma allo stesso tempo vulnerabile e cupo. Lo ascolto in macchina, di notte. Soprattutto dopo una discussione quando hai bisogno di prendere spazio e prendere fiato”.

Sarà interessante vedere dove andrà Carner dopo, ma sospetto che il tema che attraversa “Hate” sarà un’anomalia nel suo prossimo disco. Durante il suo spettacolo a Glastonbury, il 27enne ha anche annunciato con gioia di essere diventato padre di recente, il che probabilmente ha influenzato il suo terzo album.

Guarda il video autodiretto di “Hate” di seguito.