I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

L’Interpol condivide la nuova canzone “Something Changed”

Interpol – ‘Qualcosa è cambiato’

Gli Interpol, sopravvissuti al gloom-rock americano, sono tornati per pubblicare il loro secondo singolo in una settimana, “Something Changed” al pianoforte.

Con Sam Fogarino che alterna ritmi di strofe oscillanti e ritmi più trascinanti del ritornello, “Something Changed” altrimenti nuota in acque familiari e torbide che sicuramente delizieranno i fan. Alcune immagini cariche di sventura di Paul Banks, incluso il definirsi un “teschio insensibile”, sono un gradito ritorno al tipo di lirismo fuori dagli schemi che ha trasformato in uno stile distintivo durante la carriera della band.

Anche se è la firma dell’Interpol, “Something Changed” sembra incanalare una delle ere più diffamate della band: il loro quarto album omonimo, che era pesante su linee di tastiera astratte e più nebuloso di alcuni dei loro più diretti album indie rock dei primi e della metà degli anni 2000.

Tutto ciò va bene, ma va a scapito della migliore arma dell’Interpol: le pungenti linee di chitarra solista di Daniel Kessler. Kessler assume sicuramente un ruolo secondario in “Something Changed”, aggiungendo inquietanti linee di sottofondo cariche di effetti che fluttuano attorno all’arrangiamento senza mai avere la possibilità di emergere in prima linea nella canzone.

Non è che Kessler debba essere l’uomo davanti a ogni brano, ma questo è il secondo singolo consecutivo in cui una maggiore enfasi è attratta da tastiere e basso invece che dalla chitarra di Kessler dopo il precedente singolo della band, “Toni”. Forse alla fine è quello L’altro lato della finzione sarà come, il che lo renderebbe notevolmente diverso da ogni altro album dell’Interpol. Se ciò finirà effettivamente per accadere, e se sia una cosa buona o meno, verrà rivelato solo in tempo.

Ma per ora, “Something Changed” è un taglio decisamente lunatico dal prossimo settimo album in studio della band. Banks ha commentato: “Alcune delle canzoni in particolare hanno sentimenti davvero sfacciatamente positivi”, ma questi primi due singoli di certo non sono quelli. Va benissimo perché fa L’altro lato della finzione sembra che potrebbe essere l’esperienza di ascolto Interpol più diversificata e coinvolgente dal 2014 Il Pintore. Sto ancora aspettando quelle canzoni edificanti, ma nessun fan dell’Interpol si lamenterà di sguazzare nei bordi più tristi di “Toni” e “Something Changed”.

Guarda il video di “Something Changed” in basso. L’altro lato di Make Believe è prevista per il 15 luglio.