I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Lenny Henry “sorpreso” dalla mancanza di diversità a Glastonbury

Il celebre comico Sir Lenny Henry ha recentemente aperto i suoi sentimenti verso la mancanza di diversità nei festival musicali del Regno Unito, facendo alcuni commenti incisivi sul panorama razziale al nostro festival più importante, Glastonbury.

Il cuoco! star ha rivelato di essere “sempre sorpreso” dalla mancanza di rappresentazione dei neri nei festival musicali nel Regno Unito. Quando la conversazione si è spostata su Glastonbury, Henry ha anche affermato che è “interessante” il fatto che non veda mai persone di colore tra il pubblico.

Glastonbury prende il via questa settimana nella sua casa per tutta la vita, Worthy Farm nel Somerset. Quest’anno promette di essere il migliore dopo due anni di assenza a causa della pandemia di Covid-19 e del fatto che sta finalmente festeggiando il suo 50° compleanno dopo i ritardi. Segnando un ritorno stellare, gli organizzatori hanno coperto tutte le basi per quanto riguarda gli headliner, con Sir Paul McCartney, Billie Eilish e Kendrick Lamar che hanno portato il loro spettacolo sull’iconico Pyramid Stage.

Nel profondo di una conversazione sulla diversità e gli ambienti in cui i diversi gruppi etnici non si mescolano, Henry ha espresso: “È interessante guardare Glastonbury e guardare il pubblico e non vedere nessun nero lì”. Ha continuato: “Sono sempre sorpreso dalla mancanza di facce nere e marroni ai festival. Penso: ‘Wow, questa è ancora una cosa culturale dominante'”.

Henry stava parlando con il Orari radiofonici sul suo ultimo spettacolo quando ha fatto i suoi commenti. Il suo nuovo documentario, di Lenny Henry Gran Bretagna caraibica, esamina l’introduzione e la proliferazione della cultura caraibica nel Regno Unito, parlando a una serie di figure di spicco della comunità come Levi Roots, Judy Love e Billy Ocean.

Successivamente, Henry ha rivolto la sua attenzione a Clive Myrie, diventando il primo conduttore nero della BBC Mente. Ha detto: “È fantastico avere David Olusoga in televisione che parla della storia britannica nera che risale al Vallo di Adriano”.

“Da qualche parte, i guardiani sono cambiati, perché ora ci è permesso averti su Mastermind. Ma quanto tempo ci è voluto?” ha concluso. “Vogliamo ancora più rappresentanza perché ce lo meritiamo. Siamo cittadini britannici, siamo coloniali”.