I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Le tracce isolate di “Comfortably Numb” dei Pink Floyd

(Credito: Roger Tillberg / Alamy)

I Pink Floyd hanno goduto di diversi capitoli creativi che danno vivacità ed eclettismo senza precedenti al loro catalogo arretrato. Iniziando come un gruppo di cover ritmiche e blues in giro per i locali low-key di Londra, la band è stata guidata dall’eccentrico appassionato di LSD Syd Barrett che ha impiegato pochissimo tempo per guidare i Pink Floyd nella loro prima fase di rock psichedelico.

Hanno avuto una corsa di successo nel 1967 con i singoli “Arnold Layne” e “See Emily Play”, seguiti da un’apparizione su Il top dei pop e il loro seminale album di debutto, Il Pifferaio Alle Porte Dell’alba. Tuttavia, i problemi di salute mentale e abuso di droghe di Barrett iniziarono presto a cacciarlo dalla band quando raggiunse un minimo inevitabile verso la fine dell’anno.

Mentre Barrett stava per uscire, David Gilmour, un compagno di scuola di Barrett e Roger Waters, si unì per prendere il suo posto come chitarrista e co-cantante. Da questo momento in poi, la band si è gradualmente spostata dal suono psych-rock di Barrett verso qualcosa di più ampio e di solito più cupo nel tono.

Dopo una serie di pubblicazioni sperimentali e creative tra la fine degli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70, i Pink Floyd sembravano aver raggiunto il massimo del loro virtuosismo prog-rock con l’uscita di Il lato oscuro della luna. L’album ha mostrato a tutti i membri di raggiungere un nuovo livello di maturità all’interno dei loro campi mentre i testi concettuali di Waters assumevano un tono più potentemente introspettivo.

Pubblicando altri tre album in studio nel resto degli anni ’70, la band si è sentita a proprio agio con il proprio suono e ha preso il proprio stile attraverso una serie di concetti intriganti.

Il doppio album culminante del decennio del 1979, Il muro, è stato il concetto più completo e audace di Waters fino ad oggi. Ha mostrato una gamma diversificata di atmosfere e stati d’animo che seguono il concetto di costruire un “muro” protettivo come meccanismo per far fronte alla vita. Nella narrazione, Waters tocca un misto di battaglie personali e ansie esterne. Il tema si basa sull’infanzia di Roger con suo padre morto durante la seconda guerra mondiale, e poi affronta questioni in età scolare come “Young Lust” e insegnanti oppressivi in ​​”Another Brick In The Wall”.

L’album, e gli anni ’70 per così dire, culminarono con “Comfortably Numb”. La potente epopea conclude la storia di Le mura concetto. Il soggetto dell’album, una rock star di nome Pink, viene medicato da un medico in modo che possa esibirsi sul palco. Questa parte della narrazione si basa sull’esperienza di vita reale simile di Waters. Mentre i Pink Floyd erano sul loro Nel tour della carne a Filadelfia, a Waters è stato iniettato un rilassante muscolare per combattere gli effetti dell’epatite prima di uno spettacolo. “Sono state le due ore più lunghe della mia vita, cercando di fare uno spettacolo quando a malapena riesci ad alzare il braccio”, ha detto Waters dello spettacolo.

La canzone conclude anche il concetto; il muro della comodità che si potrebbe costruire per tutta la vita è stato costruito, ma ora sono insensibili alla realtà. Questa chiusura enfatica all’album è tra le canzoni più famose dei Pink Floyd, grazie ai testi avvincenti di Waters e agli avvolgenti assoli di chitarra di Gilmour.

Ascolta “Comfortably Numb” dei Pink Floyd come mai prima d’ora attraverso la sua chitarra isolata, l’orchestra (composta da Pink Floyd e Michael Kamen) e le tracce vocali di seguito.