I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

La voce isolata di Liam Gallagher per gli Oasis ha colpito “Supersonic

Nel 1994, gli Oasis hanno preso a schiaffi il Regno Unito con l’uscita del loro album di debutto, Senza dubbio forse. Il disco ha lanciato il gruppo verso la celebrità, offrendo una riparazione finanziaria per la Creation Records di Alan McGee dopo i debiti derivanti dalla registrazione costosa e meticolosa del capolavoro di meno successo commerciale di My Bloody Valentine. Senza amore, pubblicato dall’etichetta tre anni prima. La chiave del loro successo è stata l’accattivante arroganza della voce di Liam Gallagher unita all’abilità del fratello Noel nello scrivere incisivi inni basati sul ritornello.

Come con qualsiasi gruppo rock super famoso, gli Oasis sono entrati in scena con un tempismo perfetto. All’inizio degli anni ’90, la scena musicale britannica è entrata nella sua seconda ondata di musica rock guidata dalla chitarra grazie a leggende degli anni ’80 come The Smiths e The Stone Roses. Questo periodo è arrivato dopo l’ondata synth-pop degli anni ’80, che aveva conquistato le classifiche dalla fine degli anni ’70. Sembrava che dopo un decennio di celebrazione della tecnologia avanzata dei sintetizzatori ballando The Human League o Ultravox in discoteche scadenti, le persone fossero ora pronte per tornare a un po’ di rock ‘n’ roll grezzo.

Poco dopo il successo del loro eclatante debutto, gli Oasis iniziarono a registrare il loro secondo album, (Qual è la storia) Gloria mattutina?, un album che consoliderebbe il trono per i fratelli Gallagher in cima al trono Britpop. Prima di pubblicare il secondo album nell’autunno del 1995, gli Oasis si sono assicurati un posto nel cartellone di Glastonbury 1995 come headliner del palco Pyramid insieme a The Cure e ai rivali del Britpop Pulp.

Il set storico è stato accolto con una risposta positiva dal pubblico poiché l’atteggiamento a prova di proiettile del gruppo ha brillato. Nonostante il successo del set, Noel una volta ha spiegato come “Gli Oasis non hanno mai avuto il loro momento di Glastonbury” nonostante siano tornati in prima pagina nel 2004.

“Non siamo mai andati davvero d’accordo. Non saprei dirti perché”, ha detto L’Espresso. “Signore sa che avevamo le melodie, ma le volte in cui l’abbiamo fatto quando avremmo dovuto essere grandiose è stato il primo anno in cui siamo stati gli headliner e siamo stati sviati. Siamo appena usciti dallo studio per girare “Morning Glory” e abbiamo deciso, cosa che è stata un suicidio, di suonare sei brani di “Morning Glory” che nessuno aveva sentito, uno dei quali era “Champagne Supernova” che dura circa mezz’ora.”

Ha aggiunto: “È stata l’unica volta in cui abbiamo suonato ‘Don’t Look Back in Anger’ fino al silenzio. E quando abbiamo giocato [Glastonbury] una seconda volta [in 2004]il nostro momento era passato”.

Nonostante l’errore di calcolo confessato della scaletta, uno dei momenti salienti della performance nel 1995 è stato l’impennata ‘Supersonic’ dall’album di debutto degli Oasis. Ascolta la performance qui sotto attraverso le tracce vocali isolate dal microfono di Liam.