I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

La prima canzone di cui si è innamorato Stephen Malkmus dei Pavement

In termini di cantautori moderni, non sei molto più venerato del frontman dei Pavement Stephen Malkmus. Il nativo di Santa Monica è uno dei musicisti più idolatrati degli ultimi 30 anni, e non è ingiustificato.

Il suo marchio di indie lo-fi è diventato uno dei più accattivanti e costantemente sorprendenti degli anni ’90, accresciuto dal suo indubbio talento di paroliere. Alla fine della prima corsa della band nel 1999, si era confermato come una delle figure definitive della musica alternativa e tutti, da The Cribs a Beabadoobee, ora lo citano come un’influenza chiave.

Malkmus ha un talento naturale per scrivere melodie contagiose sulla chitarra ed elevarle con uno stile lirico surreale e una forma sillabica di consegna vocale che ha permesso alla sua musica di mantenere una freschezza che molti musicisti pieni di speranza possono solo sognare di raggiungere. Questi tre elementi critici del suo stile creativo conferiscono al suo lavoro un’essenza multiforme, il che significa che la band può facilmente attrarre nuovi fan.

I Malkmus hanno formato il gruppo nel 1989. Sebbene il marchio indie rock di cui sono stati i pionieri sia stato acclamato dalla critica, non hanno mai raggiunto il livello di successo mainstream che meritavano, ma non è mai stato quello per cui erano coinvolti. Erano un ostacolo al colosso mainstream del periodo grunge, e mentre alcune delle loro canzoni sono ugualmente deprimenti, per molti il ​​loro lavoro ha fornito tregua dall’incubo oscuro che era diventato il grunge.

Parlando con Conseguenza del suono nel 2018 Malkmus ha discusso della sua relazione con la canzone. “Sono sempre stato un po’ uno studente di ciò che rende una buona canzone e, quando sono invecchiato, è difficile essere una specie di pioniere a quel punto. C’è un po’ di ambientamento in uno stile con cui ti senti a tuo agio”, ha spiegato. “Oppure, proverò a fare il giro della mia collezione di dischi, proverò a spingermi in giro quando posso per vedere cosa suona bene. Sai, cosa c’è da fare.

Malkmus ha aggiunto: “A volte, probabilmente non ci riesco del tutto, come con alcune delle cose più pesanti. Voglio provare a farlo, ma forse non sono quel ragazzo”.

Tuttavia, dato che Malkmus è un sedicente studente di canto, la prima traccia di cui si è innamorato potrebbe sorprenderti. Parlando con Rolling Stone nel 2020 per la loro serie “The First Time”, ha rivelato il nome della canzone che lo ha fatto innamorare per la prima volta della musica, ed è l’oscuro successo del 1971 “Joy to the World” dei rocker Three Dog Night. Anche se sarà vagamente ricordato da molti della generazione di Malkmus, è una garanzia che la maggior parte di noi che sono più giovani non avrà sentito parlare del brano.

Malkmus ha spiegato: “Ricordo Three Dog Night, che era grande, era come il 1971. ‘Jeremiah era una rana toro’, quella era una grande canzone. Probabilmente l’ho menzionato prima. Devi essere davvero preso da me per sapere che l’ho menzionato, ma quella era una grande canzone, “Joy to the World”. Voglio dire, è una canzone rock per bambini eseguita da pervertiti sui vent’anni, ma sai, ai bambini piaceva davvero”.