I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

La classica canzone dei Rush ispirata ai Kiss

(Credit: Linda Dawn Hammond / Alamy)

Sulla carta, sembra che non ci sia quasi nulla a collegare gli hard rocker teatrali Kiss e le leggende del progressive metal Rush. I Kiss erano incentrati sullo spettacolo che mettevano in scena, ignorando il numero di note che mancavano e rifuggendo le composizioni complicate a favore del rock and roll diretto. In netto contrasto, i Rush erano maestri tecnici che pretendevano da se stessi la quasi perfezione, altrimenti i loro elaborati arrangiamenti sarebbero andati in pezzi. Vedere queste due band insieme sul palco negli anni ’70 avrebbe potuto essere sufficiente per friggere due lati opposti del tuo cervello.

Se eri in giro per il Nord America a metà degli anni ’70, tuttavia, avresti potuto assistere proprio a questo. Questo perché i Kiss hanno reclutato Rush come atto di apertura durante una serie di tour attraverso l’America e il Canada durante i primi giorni di Rush, impegnandosi in una guerra di scherzi leggendaria quasi quanto le loro rispettive carriere.

Gene Simmons è stato particolarmente affezionato al debutto di Rush, che nel documentario ha chiamato “Canadian Zeppelin”. Rush: oltre il palcoscenico illuminato. L’inclusione del batterista Neil Peart ha spinto i Rush in una direzione più progressiva mentre continuavano ad evolversi, ma potevano comunque trovare ispirazione nel marchio unico di hard rock dei Kiss.

Una canzone dal secondo album dei Kiss Più caldo dell’inferno servito come ispirazione per un taglio classico dell’album Rush. “Goin’ Blind” era una canzone incentrata sul tentativo di un uomo di 93 anni di parlare, o potenzialmente flirtare, con una ragazza di 16 anni. Nella tipica moda dei Kiss, la traccia è un numero rock esagerato, questa volta rallentato per diventare una ballata sulla eccitazione degli anziani.

Anche se i Kiss hanno suonato raramente la canzone dal vivo, “Goin’ Blind” ha comunque avuto un profondo impatto su Rush, che ha preso i temi dell’età e del perdersi e ha dato una risposta seriocomica: “Penso di stare diventando calvo”. In primo piano nel loro album del 1975 Carezza d’acciaio“I Think I’m Going Bald” ha le sue radici sia nella canzone originale dei Kiss che in alcune delle ansie della band.

“Eravamo molto in tour con i Kiss in quei giorni e avevano una canzone intitolata ‘I Think I’m Going Blind.’ Quindi stavamo prendendo per il culo quel titolo semplicemente inventando questo “, ha spiegato Geddy Lee. Lee ha anche condiviso che Alex Lifeson era paranoico all’idea di perdere i capelli in quel momento e stava usando “ogni tipo di ingrediente da mettere sul cuoio capelluto. E penso che Neil abbia appena pensato all’invecchiamento.

Dai un’occhiata sia a “Goin’ Blind” che a “I Think I’m Going Bald” in basso.