I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

La canzone rap preferita di Louis Theroux di tutti i tempi

Se hai visitato TikTok negli ultimi mesi, conoscerai il terribile tentativo di Louis Theroux di costruire una canzone rap attraverso l’esilarante traccia “My Money Don’t Jiggle Jiggle”.

Mentre la sua traccia hip-hop potrebbe aver preso piede nel 2022, la clip originale ha in realtà più di 20 anni, una sezione tratta da un documentario passato che Theroux ha realizzato sulle battaglie rap all’inizio del millennio. Tuttavia, lo sforzo del documentarista è diventato inaspettatamente una tendenza sulla piattaforma dei social media dopo averlo ripetuto durante una recente intervista su YouTube.

Il fascino di Theroux per l’hip-hop risale alla sua adolescenza e, sebbene non sia un naturale nello sputare bar, ha tentato di navigare nella cultura della scena attraverso il suo lavoro.

Oltre a produrre un Fine settimana strani sulla scena della battaglia rap, Theroux ha anche messo in luce le controverse star della trap underground della Florida in un episodio di America proibita.

Theroux ha parlato con il Orari radiofonici sul motivo per cui crede che l’hip-hop sia un genere frainteso nella cultura diffusa. Ha spiegato: “Penso che molto spesso il confronto con film horror o film di gangster o film d’azione sia fatto e penso sia, in una certa misura, abbastanza valida – l’idea che tu sappia, in un video musicale, un rapper recita di persona”.

Aggiungendo: “Un personaggio che può in una certa misura essere basato su chi è veramente. Ma, si sa, la musica esprime uno stile di vita spesso travagliato o compromesso o ad alto rischio, giusto? Ma non crea necessariamente quello stile di vita”.

Ha continuato: “Se bandissi il rap, queste comunità esisterebbero ancora e quindi l’idea di incolpare la musica rap per i mali sociali che racconta è in un modo strano un caso di sparare al messaggero, secondo me”.

Durante la sua apparizione alla BBC Dischi dell’isola deserta, Theroux ha approfondito la sua collezione di dischi e ha rivelato i suoi otto brani preferiti. La sua lista includeva il classico brano hip-hop “Paid In Full” di Eric B. & Rakim, a cui attribuisce un effetto trasformativo su di lui da adolescente.

Theroux ha spiegato: “Quando avevo circa 17 anni, il mio amico Joe Cornish mi ha dato una compilation e conteneva una traccia di Eric B. & Rakime questo è stato davvero un grande momento per me perché anche se conoscevo il rap prima di allora, questo è stato il primo disco rap che sembrava davvero poetico e semplicemente diverso”.

Da quel momento, Theroux è stato agganciato, e mentre la Westminster School-educated non è il tuo archetipo hip-hop fan, è un vero appassionato quando si tratta del genere, grazie a Eric B. e Rakim, che per primi lo hanno sedotto nel selvaggio mondo del rap.

Ascolta l’intera puntata di Dischi dell’isola deserta sotto.