I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

La canzone di Tom Petty ispirata alla Electric Light Orchestra

(Credito: Mark Spowart / Alamy)

Tom Petty era un uomo felice di indossare le sue influenze sulla manica. Anche se era una versione unicamente fritta del sud del loro sound, Tom Petty and the Heartbreakers riportarono il jangle pesante di Rickenbacker di The Byrd nel rock mainstream, mentre le melodie solari dell’era del rock psichedelico dei Beatles non erano mai lontane dalla mente di Petty .

Si è scoperto che Petty era un’enciclopedia ambulante per la musica. Ciò includeva il classico garage rock, il soul della vecchia scuola, Buddy Holly e tutto il resto. Quell’attitudine non si è fermata quando lo stesso Petty è diventato una star contemporanea, poiché teneva costantemente l’orecchio per terra su come stavano cambiando le sorti della musica popolare. Petty non aveva paura di adattarsi ai tempi perché sapeva, qualunque cosa accada, che avrebbe sempre suonato come se stesso.

Ecco perché Petty non ha avuto paura di prendere spunto da Jeff Lynne e dai giganti del rock orchestrale Electric Light Orchestra. Lynne alla fine sarebbe diventata la compagna di band di Petty nei Traveling Wilburys e il suo produttore in album come Febbre della luna piena, ma se Petty avesse ottenuto ciò che voleva, lui e Lynne sarebbero diventati collaboratori molto prima. Prima che lui e Lynne iniziassero ufficialmente a lavorare insieme, Petty si è ritirato dallo stile di Lynne mentre scriveva il Molto tempo dopo il buio singolo ‘Cambiamento di cuore’.

“Stavo cercando di scrivere un tipo di canzone ELO”, ha confessato Petty nel 2005 per il libro Conversazioni con Tom Petty. “Penso che l’ispirazione sia stata ‘Do Ya’. Ero un fan di ELO. E ho conosciuto Jeff Lynne quando era in The Move. Ascoltavamo The Move. Otterremmo i record importati dall’Inghilterra. Benmont [Tench] li prenderebbe. Quindi volevo davvero che Jeff Lynne producesse il nostro secondo disco, Lo prenderai.”

Aggiungendo: “Non so perché non è mai successo. Penso che fosse troppo occupato e all’epoca non faceva produzioni esterne. Ma volevo portarlo dentro e fare un disco con lui. Ho sempre avuto questa speranza che potessimo lavorare con lui”.

In particolare, è stato il modo in cui Lynne ha usato le progressioni in “Do Ya” a ispirare Petty. “Ho adorato il modo in cui usava gli accordi”, ha esclamato Petty. “Quindi stavo cercando di scrivere il mio tipo di riff in quel modo. E penso che le parole siano arrivate dopo. Non credo di aver avuto il titolo fino a tardi. […] Ma sì, penso che volessi che suonasse come “Do Ya”. [Sings crunchy guitar chords.] Volevo fare qualcosa che avesse quel tipo di chitarra, e quello era il punto di partenza. Non una delle mie grandi canzoni. Ma è una bella canzone rock”.

Dai un’occhiata sia a “Change of Heart” che a “Do Ya” in basso.