I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

La canzone dei Beatles ispirata a “un’idea affascinante”

Subito dopo la fine ufficiale del processo di registrazione Il sergente Pepper’s Lonely Hearts Club Band, I Beatles decisero di tornare subito al lavoro. Erano su un percorso creativo, ampliando le loro possibilità musicali mentre tornavano alle impostazioni della loro giovinezza, quindi perché fermarsi? Il 25 aprile, appena quattro giorni dopo i suoni finali di Il sergente Peperoni furono ufficialmente mescolati e completati, John Lennon e Paul McCartney tornarono agli EMI Studios con un’idea basata su un’attività del passato.

“Io e John abbiamo ricordato i tour misteriosi e abbiamo sempre pensato che fosse un’idea affascinante: salire su un autobus e non sapere dove stavi andando”, ricorda McCartney in Barry Miles’ Molti anni da adesso. “Piuttosto romantico e leggermente surreale! Tutti questi vecchi cari con gli sciacqui blu che vanno in luoghi misteriosi. Di solito c’è una cassa di birra nel bagagliaio dell’allenatore e canti molte canzoni. È un viaggio charabanc. Quindi abbiamo preso quell’idea e l’abbiamo usata come base per una canzone e per il film”.

Quello che è uscito è stato “Magical Mystery Tour”, la title track di quello che sarebbe poi diventato un EP, un album completo e un film per la televisione. Ma alla prima sessione di registrazione, non c’erano ambizioni cinematografiche o discorsi su potenziali concept album. Invece, proprio come avevano fatto con “Strawberry Fields Forever” e “Penny Lane”, Lennon e McCartney hanno ricordato il loro passato per incanalare qualcosa di fresco e moderno.

“‘Magical Mystery Tour’ è stato scritto insieme a me e John, molto nel nostro periodo di fiera”, ha continuato McCartney. “Una delle nostre grandi ispirazioni è sempre stata l’imbonitore. ‘Arrotolare! Arrotolare!’ La promessa di qualcosa: lo spot sul giornale che dice ‘garantito di non crack’, il macellaio ‘alta classe’, ‘soddisfazione garantita’ da Il sergente Pepe. ‘Vieni dentro’, ‘Entra dentro, amore’; scoprirai che pervade molte delle mie canzoni. Se guardi tutte le cose di Lennon-McCartney, è una cosa che facciamo molto.

Ovviamente, trattandosi di The Beatles, un semplice tour del mistero non è durato molto a lungo. “Poiché quelli erano tempi psichedelici, doveva diventare un magico tour del mistero, un po’ più surreale di quelli reali per darci una licenza per farlo”, ha spiegato McCartney. “Ma impiega tutti gli imbonitori del circo e delle fiere, ‘Arrotola! Roll up!’, che era anche un riferimento all’arrotolare una canna. Abbiamo sempre messo quelle piccole cose in cui sapevamo che i nostri amici avrebbero ottenuto; velati riferimenti alla droga e ai viaggi”.

Aggiungendo: “’Il Magical Mystery Tour ti sta aspettando via,’ quindi è una specie di droga, ‘lo è moribondo per portarti via’ quindi questo è un Libro tibetano dei morti riferimento. Abbiamo messo tutte queste parole e se eri solo una persona normale, è un bel bus che ti aspetta per portarti via, ma se stai inciampando, sta morendo, è il vero tour, il vero tour magico del mistero. Abbiamo messo tutta quella roba per il nostro gruppo di amici “in gruppo”.

Mentre la canzone continuava a essere perfezionata e ricostruita, McCartney iniziò a covare un’idea per un potenziale film, con la nuova traccia che fungeva da sigla per l’intera produzione. “’Magical Mystery Tour’ era l’equivalente di un viaggio di droga e abbiamo realizzato il film basato su quello”, ha detto McCartney. “’Sarà bello, un tour di mistero lontano. Nessuno sa bene dove stanno andando. Possiamo portarli dove vogliamo, amico!’ Qual era la sensazione del periodo. «Possono andare in cielo. Può decollare!’ In effetti, nella prima sceneggiatura, che era solo qualche chiacchierata davanti al fuoco più che una sceneggiatura, l’autobus stava per decollare e far volare i maghi tra le nuvole, che eravamo tutti vestiti con i costumi dei maghi rossi, e noi Farei casino in un piccolo laboratorio facendo lo stupido per un po’.

Sebbene l’idea iniziale per il film ricevesse solo un tiepido entusiasmo dal resto dei Beatles, la morte di Brian Epstein nell’agosto del 1967 convinse McCartney che il gruppo aveva bisogno di un progetto per tenerli uniti e concentrati. Senza un’idea più forte tra loro, Tour dei misteri magici divenne la produzione successiva della band, con McCartney che prese il potere come nuovo capitano della nave dei Beatles.