I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

James Gandolfini ha rivelato il suo film preferito di tutti i tempi

Ci sono pochissimi attori che hanno catturato l’immaginazione del pubblico come ha fatto James Gandolfini. Attraverso la sua interpretazione senza precedenti di Tony Soprano, Gandolfini è riuscito a riconcettualizzare il mezzo televisivo e le persone hanno finalmente iniziato a rendersi conto che i programmi televisivi possono essere coinvolgenti, complessi e belli come i capolavori cinematografici.

Dal momento che Gandolfini si è avventurato in un territorio inesplorato durante il suo periodo a I Soprano, la sua interpretazione sfumata del boss della mafia omicida è spesso citata come la più grande interpretazione nella storia della televisione. Nel corso di sei stagioni, Gandolfini ha dipinto un ritratto completo del personaggio, catturando perfettamente le sue esplosioni violente e le sue vulnerabilità.

Tuttavia, l’eredità di Gandolfini va oltre lo spettacolo monumentale e il suo impatto sulla cultura popolare. Ha mantenuto una solida carriera anche nel campo del cinema, recitando in progetti come vero romanticismo e La presa di Pelham 123. Nonostante sia scomparso all’età di 51 anni, Gandolfini ha fornito ottime prestazioni fino alla fine, soprattutto in È stato detto abbastanza.

A un certo punto avrebbe dovuto unirsi anche Gandolfini L’ufficio in sostituzione di Michael Scott dopo la partenza di Steve Carell. Naturalmente, molti attori iconici hanno fatto un provino per il ruolo molto popolare, ma L’ufficio la star e sceneggiatrice BJ Novak aveva solo un’icona che voleva scegliere come manager regionale: James Gandolfini.

Pur ricordando i dettagli dell’incontro e il motivo per cui non è mai accaduto, Novak rivelato: “Ero all’incontro con James Gandolfini dove abbiamo cercato di convincerlo a unirsi allo spettacolo. Ed era un grande fan della commedia: il suo film preferito lo era Il Rocker interpretato da Rainn Wilson, quindi era timido e incuriosito.

È decisamente sorprendente che Gandolfini abbia considerato la commedia del 2008 Il Rocker essere il suo film preferito di tutti i tempi. Interpretato da artisti del calibro di Rainn Wilson ed Emma Stone, si concentra sul viaggio di Wilson come musicista fallito che vede la band di suo nipote riscuotere un successo senza precedenti dopo che una delle loro canzoni è diventata virale.

Novak ha ritenuto che il personaggio di Michael Scott fosse direttamente influenzato da Gandolfini: “In effetti, il modo in cui Michael Scott dice qualcosa di molto serio ma pronuncia male una parola, credo, sia un diretto discendente del senso dell’umorismo di Tony Soprano. Quindi ho pensato che sarebbe stato un sostituto incredibile: volevo davvero lavorare con lui.