I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Il primo film di fantascienza mai realizzato

(Credito: Far Out / Stampa)

“Un viaggio sulla luna” – Georges Méliès

La fantascienza come genere si è evoluta in vari modi nel corso della sua esistenza, ma la sua manifestazione attraverso il cinema è sempre stata una delle forme espressive più affascinanti. Poiché l’evoluzione del cinema è stata spesso facilitata dallo sviluppo di nuove tecnologie, studiare la storia del cinema di fantascienza può essere un ottimo modo per tracciare tali traiettorie.

Per questa edizione di Short of the Week, abbiamo scelto di mettere in evidenza un film dell’era del muto che è spesso considerato il primo film di fantascienza mai realizzato. Intitolato Un viaggio sulla lunaquesto sforzo artistico pionieristico è stato creato dal visionario francese Georges Méliès, considerato uno dei padri fondatori del cinema.

Traendo ispirazione dalle prime indagini letterarie nel genere fantascientifico, Méliès è stato influenzato da Jules Verne mentre inventava questa visione allucinatoria di un gruppo di astronomi che progettano di andare sulla luna. Un esempio di pura immaginazione cinematografica, questo classico del 1902 è un’opera fondamentale che continua a ispirare le giovani generazioni di artisti.

Mentre il tempo ha trasformato la fantasia satirica di Un viaggio sulla luna in una fredda realtà scientifica, il trattamento esilarante di Méliès delle nostre escursioni antropocentriche spicca ancora oggi. Utilizzando varie tecniche che avrebbero influenzato gli effetti speciali negli anni a venire, l’illusionista francese ha creato uno spettacolo inquietante.

Come tutti i buoni film di fantascienza, Un viaggio sulla luna fornito un commento sociale incisivo attraverso una visione del futuro – un futuro in cui l’umanità aveva sviluppato i mezzi per trascendere le barriere di gravità ma ancora soccombeva ai vecchi mali. I cosiddetti astronomi civilizzati che schiavizzano un abitante nativo della luna dicono più di ogni altra cosa nel film.

Nonostante i limiti di Un viaggio sulla luna dovrebbe diventare più evidente con il tempo, ha resistito agli agenti atmosferici dell’entropia. Le straordinarie immagini – in particolare il razzo a forma di proiettile che attacca la luna – create da Méliès rimangono saldamente radicate nella mente degli appassionati di cinema che continuano a essere ipnotizzati da un film che esiste da più di un secolo.

Guarda il cortometraggio qui sotto.