I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Il modo fantastico in cui Bob Wootton è diventato il chitarrista di Johnny Cash

La maggior parte di noi fanatici della musica ha probabilmente fantasticato di essere chiamato a unirsi ai nostri eroi sul palco e ha immagini mentali svolazzanti di distruggere un riff di chitarra o un assolo di batteria meschino mentre il suddetto eroe rimane sbalordito con una mascella penzolante. In realtà, la maggior parte di noi si congelerebbe, con la preoccupazione maggiore di essere continenza e rimanere in piedi. A volte, gli artisti invitano i fan sul palco per esibirsi con loro, ma queste storie non funzionano mai come quella del super fan di Johnny Cash, Bob Wootton, quando salì sul palco nel 1968.

Nell’agosto dello stesso anno, il chitarrista solista permanente di Cash e membro dei Tennessee Three, Luther Perkins, morì tristemente all’età di 40 anni durante un devastante incendio in casa. Con un fitto programma di tour prenotato per l’autunno, Cash è stato costretto ad assumere un sostituto dell’ultimo minuto. Cash riuscì a coinvolgere Carl Perkins (nessun parente di Luther), che fu accettato solo temporaneamente poiché il suo stile non era proprio quello che la band stava cercando.

Bob Wootton, un appassionato seguace di Cash di Parigi, Arkansas, è partito per vedere Cash e la sua band dal vivo durante la loro tappa del tour a Fayetteville, in Arkansas, a una manifestazione elettorale per il governatore Winthrop Rockefeller. Per un colpo di fortuna per Wootton, un volo in ritardo ha tenuto Carl Perkins e il bassista a terra, lasciando Cash e il suo batterista, WS Holland, sul palco con un po’ di dilemma tra le mani.

Mentre Cash si preparava alla possibilità di un set spogliato, Wootton si è avvicinato a lui dal pubblico e gli ha spiegato che avrebbe potuto sostituire la serata. Senza molte opzioni alternative, Cash ha assecondato l’idea e, dopo aver sentito Wootton suonare, non poteva credere alle sue orecchie. Il 26enne locale aveva lo stile di Cash fino al tee e ha sbalordito la folla con una chimica istantanea.

Dopo essersi separati alla fine della serata, Cash disse a Wootton che un giorno avrebbe potuto chiamarlo di nuovo. Fortunatamente, “un giorno” è arrivato entro un paio di giorni, con Cash che gli ha chiesto se si sarebbe unito alla band per il resto del tour, in sostituzione di Carl Perkins. Presumibilmente, Wootton ha risposto: “Il papa è cattolico?” o qualcosa del genere.

Wootton è rimasto il chitarrista solista di Cash per i restanti 29 anni della carriera in tournée di Cash ed è apparso persino in brani come “I Walk the Line” e “Folsom Prison Blues” nell’iconico album del 1969 registrato alla San Quentin State Prison.

Dopo che Cash si ritirò dal palco nel 1997, Wootton decise di intraprendere un lavoro al di fuori della musica e divenne un autista di autobus turistici, servendo un periodo di guida per gli Smashing Pumpkins. Prima della sua morte nel 2017, all’età di 75 anni, Wootton ha suonato una manciata di concerti tributo con The Tennessee Three per mantenere vivo il ricordo del suo defunto eroe.

Ascolta la registrazione audio del primo spettacolo di Wootton insieme a Johnny Cash di seguito.