I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Il film preferito di Bill Nighy di tutti i tempi

Dagli anni ’60, Bill Nighy ha recitato in centinaia di produzioni teatrali, cinematografiche e radiofoniche. Aggressivamente inglese e incredibilmente affascinante, Nighy è celebrato come una delle star più amate del paese. Forse più riconoscibile per il suo ruolo vincitore del BAFTA come musicista anziano Billy Mack nella commedia romantica di Natale del 2003 costellata di stelle Amore attualeNighy ha effettivamente iniziato la sua carriera sotto i riflettori negli anni ’60.

Dopo aver lavorato come assistente al direttore di scena per una produzione di Suite Plaza nel 1969, Nighy ha ottenuto un ruolo di attore in un adattamento di Tennessee Williams’ Il treno del latte non si ferma più qui al Watermill Theatre di Newbury quello stesso anno. La sua formazione presso la Guilford School of Acting ha permesso a Nighy di iniziare a esibirsi per l’Everyman Theatre di Liverpool negli anni ’70, dove ha incontrato altri attori di successo come Julie Walters e Pete Postlethwaite.

Ma fu solo nel 1977 che Nighy fece la sua prima di molte esibizioni al National Theatre di Londra, iniziando con la produzione di Ken Campbell di Illuminato! Nighy ha continuato a esibirsi regolarmente al National Theatre negli anni ’80, recitando in produzioni come re Lear, Pravda e Una mappa del mondogli ultimi due scritti entrambi da David Hare.

Tuttavia, era il gioco della lepre Lucernario quella si è rivelata la produzione teatrale di maggior successo per Nighy. Dopo aver recitato in produzioni della commedia dal 1995 al ’97 al National Theatre e al Vaudeville Theatre, ha ripreso il ruolo di Tom Sergeant nel 2014 e nel 2015 insieme a Carey Mulligan e Matthew Beard. Il revival, che è stato eseguito sia nel West End che a Broadway, ha portato a una nomination al Tony per Nighy.

Nighy ha avuto una carriera cinematografica altrettanto illustre come quella sul palcoscenico. Accanto al suo ruolo in Amore attualel’attore ha recitato in molti film di grande successo, inclusi tutti quelli di Edgar Wright Trilogia del Cornettomultiplo pirati dei Caraibi colpi di scena, Harry Potter e i Doni della Morte – Parte prima, Artù Natalee Emma. Sebbene la maggior parte dei ruoli di Nighy possa essere collocata all’interno del genere comico, l’attore dimostra di essere più che capace di bilanciare ruoli umoristici con sensibilità, meglio dimostrato nel suo ruolo di James in A proposito di tempouna commedia drammatica che utilizza il viaggio nel tempo per esplorare le relazioni familiari e il dolore.

Pertanto, sembra appropriato che il film preferito di Nighy di tutti i tempi rifletta il modo in cui fonde commedia e profondità. Quando è stata posta la domanda più importante, Nighy ha dichiarato che il suo film preferito lo è Punch Amore ubriaco (2002), diretto da Paul Thomas Anderson. Ha detto: “È dura, ma mi piace davvero, davvero, davvero Punch Amore ubriaco […]. È andato direttamente al numero 1, è tutto ciò che mi piace. È romantico all’estremo, ma in un modo incasinato e tollerabile. Non ho niente contro il romanticismo, sono favorevole, indifeso di fronte al romanticismo, ma è divertente, DAVVERO divertente. Le due interpretazioni centrali di Adam Sandler ed Emily Watson sono meravigliose”.

Punch Amore ubriaco vede Adam Sandler nei panni di un ansioso imprenditore di nome Barry che si innamora del personaggio di Emily Watson, Lena, un ruolo per il quale Sandler ha ricevuto il plauso della critica, un netto cambiamento rispetto ai suoi ruoli abituali in commedie mal accolte. Mentre Punch Amore ubriaco è pieno di momenti comici, tratta anche temi di solitudine, alienazione e paura, con Rotten Tomatoes che lo riassume come “strano, toccante e unico” mentre è anche “deliziosamente divertente”.

Il film ha ricevuto recensioni per lo più positive, con Paul Thomas Anderson che ha vinto il premio come miglior regista al Festival di Cannes. Inoltre, la performance di Sandler, descritta da Owen Gleiberman come un misto di Little Tramp di Charlie Chaplin, Woody Allen e Edward Mani di forbice, ha sorpreso sia il pubblico che la critica, con Angie Errigo che ha etichettato la performance dell’attore come “altamente definita” e “sorprendente”.

Bill Nighy è stato fortemente ispirato dalla performance dell’attore solitamente faceto. Ha dichiarato di aver “fatto un film chiamato poco dopo La ragazza al caffè [dir. David Yates, 2005] e ho scritto “Adam Sandler” all’interno della sceneggiatura per non dimenticarlo, perché volevo che fosse una specie di performance comica sotto copertura. Volevo che fosse sepolto e mascherato.