I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

I cinque migliori festival di musica alternativa europei

La stagione dei festival estivi è arrivata ed è in pieno svolgimento. Iniziato per la prima volta dal Coachella della California che torna ad aprile, ora abbiamo visto una serie delle nostre celebrazioni preferite di musica e arte portarci in stati di completa euforia, sfuggendo alla mondanità della vita quotidiana.

Giugno è stato probabilmente il mese migliore finora, dato il via con il Primavera Sound a Barcellona in due settimane eccezionali, c’è stato anche l’incantevole Sonar nella stessa metropoli catalana e serate più piccole come Kala in Albania. Proprio lo scorso fine settimana, il Glastonbury Festival è tornato per il suo 50° anniversario, vantando una formazione che comprendeva artisti del calibro di Billie Eilish, Paul McCartney, Kendrick Lamar e molti altri, da Arlo Parks a Turnstile.

Questa settimana abbiamo anche organizzato festival iconici come il kick-off danese di Roskilde, con tutta una serie dei nostri artisti preferiti. Nella lunga corsa di otto giorni di Roskilde, ci sono artisti del calibro di Robert Plant e Alison Krauss, Fontaines DC, Kacey Musgraves, The Strokes e The Smile; e questi sono solo alcuni di quelli in cima alla scaletta. Altrove, ci sono artisti del calibro di Squid e Iceage, che riflettono l’ampia rete che il festival lancia ogni anno.

Dato che così tanti festival europei eccezionali sono già stati e sono andati per quest’anno, mi ha fatto pensare, quali grandi festival ci sono ancora a venire, dato che sicuramente non abbiamo raggiunto il massimo del nostro divertimento per quest’estate?

Non aver paura. Il solstizio d’estate è stato solo una settimana fa, il che significa che l’estate è appena iniziata e ci sono molte feste che devono ancora venire. Mentre ci sono un numero infinito di festival musicali europei imminenti che vale la pena provare, ne abbiamo elencati cinque che ti offrono un’ampia diffusione di tutto ciò che è offerto musicalmente e dal punto di vista della location. Aspettati di vedere alcuni nomi familiari e alcuni meno conosciuti.

I cinque migliori festival di musica alternativa europei:

Bilbao BBK Live: Bilbao, Spagna, 7-9 luglio

Qualcosa di un’alternativa più piccola al Primavera Sound, BBK è per le persone più hipster là fuori. Un festival del campeggio che si svolge nella sua interezza in un complesso speciale costruito sulle pendici del magico Monte Cobetas situato a sud-ovest della città basca di Bilbao, non c’è un’ambientazione del festival simile. Supera altri festival di campeggio in montagna come il Green Man del Galles, poiché il tempo è semplicemente squisito.

Sempre menzionato nelle discussioni per il miglior festival europeo ufficialmente o tra gli amanti della musica, quest’anno Bilbao ha una formazione stellare che rivaleggia con ogni edizione precedente. LCD Soundsystem, Placebo, Phoebe Bridgers, The Killers, Bicep, BADBADNOTGOOD; preparati a rinunciare a qualsiasi inibizione e ad andare avanti in questo paradiso montano basco.

EXIT Festival: Novi Sad, Serbia, 7-10 luglio

Forse la voce più intrigante della lista, EXIT Festival è significativo non solo per la meravigliosa celebrazione delle arti che mette in scena, ma perché è legato alla storia recente dei Balcani. Si svolge presso la fortezza di Petrovaradin a Novi Sad, in Serbia, è stata fondata nel 2000 nel Parco dell’Università come movimento studentesco che combatteva per la democrazia nel paese e nei Balcani.

Formato “nello spirito di una vera ribellione giovanile”, EXIT promuove il messaggio di pace e amore e cerca di ottenere un cambiamento sociale attraverso la musica. Un festival socialmente responsabile che si concentra anche sulle attività ambientali e umanitarie, oltre allo sviluppo delle industrie creative, è molto più di un semplice festival di musica vecchia.

La location non è seconda a nessuno e, sebbene sia abbastanza orientata alla danza, la formazione quest’anno è tanto varia quanto vengono. Con Nick Cave & The Bad Seeds, Denis Sulta, Gerd Janson, Molchat Doma, Napalm Death e persino i maestri del groove metal brasiliano, Sepultura, è un festival che mantiene sempre le sue promesse.

Ortigia Sound System: Sicilia, Italia, 27–31 luglio

Un festival meno noto, l’Ortigia Sound System in Italia è una sorta di gemma nascosta che sembra destinata ad espandere i suoi orizzonti nei prossimi due anni man mano che più persone vengono rese consapevoli della sua bellezza utopica. Festival di musica elettronica, Ortigia “mescola i ritmi della tradizione mediterranea con le nuove tendenze della musica contemporanea”.

Tenuto ad Ortigia in Sicilia, questo festival è da non perdere. Completo di una formazione variegata che include alcuni dei migliori artisti elettronici del gioco, qui ce n’è per tutti i gusti, anche se la danza non fa per te. Le esibizioni sono distribuite nell’incredibile Ortigia e l’edizione di quest’anno vanta artisti come Tangerine Dream, Hunee, Overmono, Kelly Lee Owens, John Talabot e altri.

Sziget: Budapest, Ungheria, 10-15 agosto

Uno dei festival più grandi e inclusivi d’Europa, Sziget è uno di quelli che ogni amante dei festival deve alla fine spuntare dalla propria lista. Tenuto a Budapest, in Ungheria, Sziget si autodefinisce “L’isola della libertà” e non è difficile capire perché, dato che i festaioli si perdono nella quantità apparentemente infinita offerta. Promettendo una rivoluzione amorosa quest’anno, il festival del campeggio dura sei giorni e la scaletta di quest’anno presenta alcuni dei più grandi artisti in circolazione.

Arctic Monkeys, Tame Impala, Sam Fender, Jon Hopkins, l’elenco degli eroi che saliranno sul palco dello Sziget quest’anno è sbalorditivo. Una scaletta davvero varia ed eclettica, qui c’è qualcosa per tutti, non importa quali siano i tuoi gusti, a conferma dell’affermazione del festival secondo cui tutti i visitatori sono un
‘Szitizen’. Ospitando oltre 1000 spettacoli in 60 palchi per tutta la durata, non ti annoierai mai e, per il prezzo che paghi, è un vero affare.

Pukkelpop: Haselt, Belgio, 18-21 agosto

Uno dei festival più longevi e iconici d’Europa, il Pukkelpop in Belgio ti offre più di altri. Tre giorni di musica, Pukkelpop è iniziato come un evento organizzato da Humanistische Jongeren (“Giovani umanisti”) di Leopoldsburg, nel 1985, prima che molti di noi nascessero. In seguito, è rapidamente cresciuto fino a diventare uno dei migliori festival alternativi all’aperto esistenti.

Capace di offrire gli headliner più ricercati così come atti ai margini di tutte le cose alternative, anno dopo anno Pukkelpop offre una formazione che fa vergognare praticamente tutti gli altri festival. Un festival in campeggio, c’è la stessa possibilità di pioggia come c’è il sole, ma non lasciare che questo ti scoraggi i bei tempi che sono possibili qui. L’edizione di quest’anno include Arctic Monkeys, Slipknot, Tame Impala, Bring Me The Horizon, Cypress Hill, oltre a artisti del calibro di Skepta e Four Tet.