I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

I 10 migliori oggetti da collezione

Il vinile è ancora una volta il re dei formati fisici. Le vendite dell’anno scorso hanno superato la soglia dei cinque milioni, diventando così la cifra di vendita più alta del vinile negli ultimi 30 anni. Il Record Store Day è stato senza dubbio una parte importante della sua epica rinascita.

Da quando l’evento è stato inaugurato nel 2007 per promuovere i negozi di dischi indipendenti, il formato fisico è esploso. Ciò che ha origine dal fascino delle rarità e dei colori sgargianti si evolve in una passione per l’intera faccenda del collezionismo di dischi: sfogliare gli scaffali, passare una giornata e tornare con impazienza a casa per dare un giro al tuo nuovo 12 pollici.

Grazie a questa secolare tradizione catartica è nata una nuova generazione di appassionati collezionisti di dischi. Ciò ha significato che il mercato è un po’ più competitivo e devi tenere la testa su una girella per accaparrarti le migliori rarità e oggetti da collezione in questi giorni. Quindi, abbiamo guadato il Lista lunga delle uscite del Record Store Day 2022 per portarti dieci record di cracking in cui vale sicuramente la pena dare un’occhiata.

I 10 migliori oggetti da collezione al Record Store Day 2022:

Berlino 91 – Iggy Pop

Innanzitutto, Iggy Pop è un atto dal vivo da vedere. Come un giocattolo a molla, qualcuno sembra giocherellare con il suo coccige nel backstage e lo fa saltare fuori come un lemure proto-punk. Naturalmente, questo rende un’esperienza fantastica e quell’esperienza si traduce brillantemente in un disco dal vivo.

Questo doppio album arancione e bianco è una ristampa per la prima volta del suo iconico Brick by Brick Tour a Berlino nel 1991. Con brani classici degli Stooges come “I Wanna Be your Dog” gettati nel mix selvaggio e Iggy che sfoggia la sua chitarra elettrica rossa come biancheria intima, mentre i suoi pantaloni sono intorno alle caviglie, puoi quasi sentire la fibbia della cintura sferragliare mentre fa il jailbreak che si trascina attraverso il palco. Questo è rauco e raro come diventa.

Punti salienti blu – Joni Mitchell

Pubblicato poco più di 50 anni fa nel 1971, Joni Mitchell’s Blu è uno degli album più belli di tutti i tempi, punto. Il suo bellissimo capolavoro di rottura lascia gli ascoltatori con le guance bagnate e la testa piena di pensieri, mentre intreccia la sua poesia in modo ronzante.

Questo LP esclusivo approfondisce gli archivi del suo disco classico per dare vita a epiche inedite. Con una combinazione di rarità, demo e registrazioni dal vivo, questo album sembra dietro le quinte di un classico senza tempo. Ed è reso ancora più collezionabile considerando che la folk star ha recentemente lasciato Spotify.

Sessioni donna LA – Le porte

Un altro incredibile disco nato nel 1971 è il capolavoro dei Doors LA Donna. Questa versione numerata 4xLP di rarità è la definizione di un classico del Record Store Day poiché le demo sono così precoci che puoi letteralmente sentirle prendere forma.

In effetti, una traccia cattura persino Paul Rothschild in “Riders of the Storm” prima che si licenziasse. Tutto questo è racchiuso in una fantastica ricreazione della scheda di registrazione della sessione, rendendola una rarità di altissima qualità e massima intuizione.

Dal vivo a Parigi, The Radio France Recordings 1983-1984 – Chet Baker

Chet Baker è il re indiscusso dei crooner. Con il suo bell’aspetto da idolo della matinée, il suo fascino da ragazzo e le sue esibizioni senza sforzo, ha caratterizzato una generazione senza tempo con i suoi modi di strombazzare. Tuttavia, negli anni successivi la sua storia si è spostata verso le dipendenze e ha iniziato a spuntare in strani angoli del mondo mentre vagava in un’esistenza viandante.

In un certo senso, questo retroscena infonde nelle sue registrazioni successive un’aria più profonda di misticismo. A Parigi, ha tirato fuori questo stile vissuto con perfezione mentre il suo trio senza batteria snocciolava canzoncine eteree. Tutti questi sono inseriti in questo disco unico insieme a interviste e saggi sulla star. (NB questa versione non è disponibile fino al 18 giugno).

Cofanetto in materiale pirata originale – Le strade

Il disco di debutto degli Streets viene sempre più riconosciuto come un album fondamentale nello sviluppo della cultura britannica. Al di là dell’impatto sismico che ha avuto sullo sviluppo del genere e dell’identità, è – soprattutto – pieno zeppo di una serie di classici senza grassi.

Questo esclusivo cofanetto da tre LP distribuisce la collezione su due vinili arancioni trasparenti e un classico nero da 12 pollici. Accompagnata da stampe e note di copertina, questa collezione OPM in edizione limitata è un libro di memorie musicale indispensabile dell’arte inglese.

Le prime registrazioni casalinghe – Sandy Denny

In un certo senso, Sandy Denny è un musicista molto musicista. Questo non vuol dire che abbia una base di fan commerciale limitata, è semplicemente il caso in cui sbuca sotto l’influenza chiave di alcune band psichedeliche, di altre star del folk e persino di rapper. Il suo stile etereo è estremamente singolare e sarà sempre affascinante per gli artisti.

Come afferma l’elenco ufficiale: “Questa raccolta essenziale include due diverse demo del suo classico ‘Who Knows Where the Time Goes’ (e altre canzoni scritte da lei, alcune successivamente registrate da Fairport), oltre a sincere cover di canzoni di Jackson C. Frank , Fred Neil e canti popolari tradizionali. La raccolta definitiva delle demo della casa di Denny e autorizzata dal suo patrimonio.

le sessioni demo LAMF – Spezzacuori

Al momento in cui LAMF è stato registrato, le band si scambiavano i membri come uno spinello nel centro di Kingston. Sembra che ti svegli sul divano di uno sconosciuto e poi quella notte saresti sul palco con loro. Con Johnny Thunders, Walter Lure, Billy Rath e Jerry Nolan tutto il personale elencato e Richard Hell che galleggiano da qualche parte nel caos, LAMF è un album difficile da definire. E c’è un elemento di quella natura sfuggente nel suo suono.

Questo è decuplicato da questo lookback con le prime sessioni demo. Registrata principalmente nell’Essex, Londra, quando il punk ha cambiato sponda, questa raccolta demo contiene una storia a sé stante: è una storia rauca ed è ancora vibrante anche con questo suono impreciso.

(Credito: track record)

L’album perduto di Ronnie Scott – Carlo Mingus

Non hai davvero dei fan del jazz; ottieni degli appassionati di jazz. Ciò rende i dischi jazz ancora più collezionabili. Quando si tratta di una registrazione dal vivo mai pubblicata prima del leggendario Charles Mingus, non meno che alza la posta quando si tratta di collezionabilità.

Magistralmente riprogettato da Bernie Grundman, questo nuovo disco di tre LP vede Mingus raggiungere l’apice dal vivo in uno dei più famosi locali londinesi. Registrato nel 1972, questo album ha l’aria di una storia che farà venire l’acquolina in bocca ai fanatici di Mingus.

Gli LP Sire 1981-1989 – Ramones

Il punk si era trasformato in nuove forme maciullate quando arrivarono gli anni ’80, ma i Ramones mantennero vivi i principi originali. I loro album durante il periodo li hanno visti giocare con classici come “Baby, I Love You” e “Chinese Rocks”.

In un elegante cofanetto numerato, il cofanetto contiene gli album Sogni piacevoli, Giungla sotterranea, Troppo difficile per morire, Ragazzo animale, A metà strada verso la sanità mentale, Fuga dei cervellie un LP di rarità, tutti disponibili in vinile per la prima volta dall’uscita originale.

Wembley Empire Pool, Londra, Inghilterra 4/8/72 – Grato morto

Se mai si può dire che una band sia una “band dal vivo”, probabilmente lo sono i Grateful Dead. Vivendo lo stile di vita da viaggio di un giorno di Tom Wolfe, hanno viaggiato in giro accumulando un esercito di fan con alcuni degli spettacoli più caleidoscopicamente colorati che si possano immaginare.

Il loro tour del 1972 è famoso per i suoi alti livelli di carneficina e il suono superbo. Questo frammento di storia rende questo set di cinque LP un elemento essenziale per i collezionisti. Rimasterizzato da Dave Glasser, questo è uno dei dischi di Dead con il miglior suono in circolazione, e questo include le loro uscite in studio.