I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Guarda Little Feat suonare “Fat Man in the bathtub” nel 1975

Costruire la tua reputazione come artista dal vivo è sempre stato uno dei modi più efficaci per avere successo nell’industria musicale. Se sei abbastanza fortunato da essere i Grateful Dead, puoi creare un’intera sottocultura separata dalla società moderna grazie ai tuoi spettacoli dal vivo. Se sei Led Zeppelin o The Who, puoi vedere un enorme guadagno di vendite di album grazie ad alcuni emozionanti spettacoli negli stadi. Ancora oggi, dove le vendite di album fisici sono ai minimi storici, il tour è uno dei principali flussi di entrate per quasi tutti i musicisti professionisti.

Non tutte le band possono salire al livello dei Dead or the Stones, ma se fai le cose per bene, la tua eredità può essere assicurata grazie a un unico documento live ineguagliabile. È quello che è successo ai Little Feat, i roots rocker californiani che hanno trovato un grande successo grazie al loro album dal vivo del 1978 Aspettando Colombo. Sebbene l’incarnazione originale della band sia durata solo un altro anno dopo la sua uscita, Aspettando Colombo rimane l’LP più venduto e amato della band.

Originariamente formati da Lowell George dopo aver ricevuto lo stivale da Mothers of Invention di Frank Zappa (presumibilmente per aver scritto il classico infuso di droga “Willin”), i Little Feat hanno sfornato un potente mix di rock, country, blues, jazz, funk e boogie- woogie attraverso una serie di album. I Little Feat sono riusciti ad ottenere un solido seguito, ma i loro album in studio non sono riusciti a sfruttare adeguatamente l’energia e la spontaneità dei loro spettacoli dal vivo. Canzoni come “Dixie Chicken” e “Mercenary Territory” prendevano vita nei loro arrangiamenti estesi sul palco, occasionalmente integrati dalla sezione dei fiati della Tower of Power.

Aspettando Colombo tecnicamente non è un album dal vivo completo: come la maggior parte dei loro contemporanei, i Little Feat hanno sovrainciso gli assoli e modificato la voce in studio dopo il fatto. Ma l’eccitazione palpabile dei nastri dal vivo può essere percepita in ogni nota, facendo Aspettando Colombo un ascolto inebriante oltre 40 anni dopo. Anche i Little Feat non facevano affidamento sugli inganni dello studio per portare il calore dal vivo, come evidenziato da alcuni dei loro filmati dal vivo inalterati che sopravvivono oggi.

Una di quelle esibizioni era nel classico programma britannico Il vecchio test del fischio grigio. Mentre promuoveva gli anni ’75 L’ultimo album dei recordLittle Feat includeva il classico boogie-rocker “Fat Man in the bathtub” degli anni ’73 Pollo Dixie. “Fat Man in the bathtub” era uno dei preferiti per aprire gli spettacoli, e la miscela tra i ritmi di seconda linea di New Orleans e l’intensa interazione vocale è stata sufficiente per far impazzire immediatamente la folla.

Dai un’occhiata a Little Feat che brucia attraverso “L’uomo grasso nella vasca da bagno” su Il vecchio test del fischio grigio indietro nel 1975 in basso.