I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Guarda Dennis Hopper fare un tour della sua collezione d’arte

(Credito: Hartmut S. Bühler)

Dennis Hopper è stato famoso per un’ampia varietà di motivi durante la sua carriera. Mentre i suoi contributi al cinema come attore e regista sono stati celebrati dalla critica e dal pubblico di tutto il mondo, Hopper era anche conosciuto come “Hollywood’s Original Hell-Raiser” per aver partecipato ad attività davvero folli come sniffare le ceneri di una donna morta o sparare su un albero con l’LSD.

Oltre ai suoi successi come importante regista e attore di New Hollywood, Hopper è stato attivo anche in altri domini artistici. Per uno, Hopper ha fotografato molte icone culturali che vanno da Paul Newman e Jane Fonda a Timothy Leary e i Grateful Dead. Il pioniere tedesco Wim Wenders una volta ha affermato che Hopper sarebbe stato uno dei più grandi fotografi del 20° secolo se non fosse stato attivo altrove.

Fin da bambino, Hopper si è sentito attratto dalle attività artistiche e ha persino preso lezioni di pittura al Museo Nelson-Atkins. Durante l’inizio della sua carriera, ha praticato la pittura e la poesia, lavorando anche alla costruzione della propria collezione d’arte che sarebbe stata considerata una formidabile formazione negli anni successivi.

In un’intervista, Hopper ha rivelato di aver iniziato la sua collezione negli anni ’50, quando la maggior parte delle persone della sua età erano occupate da altri hobby. Quando Andy Warhol ha tenuto il suo primo spettacolo a Los Angeles, Hopper era lì per dare un’occhiata ed è persino riuscito ad acquistare il primo dipinto di Warhol con lattine di zuppa per un prezzo scioccante (guardando indietro ora) di soli $ 75.

“La mia idea di collezionare non è comprare nomi bancabili, ma comprare persone che credo stiano davvero contribuendo alla mia vita artistica”, ha affermato Hopper. Ha deciso di diventare un collezionista d’arte quando ha letto per la prima volta Richard Boleslawski Recitazione: le prime sei lezioni dove si è imbattuto nella linea guida: “Per essere un attore, devi sapere tutto sull’arte”.

Al fine di migliorare le proprie capacità di recitazione, Hopper ha studiato letteratura, scultura, musica e pittura mentre costruiva lentamente la sua collezione. Nel corso degli anni, la collezione di Hopper è diventata famosa per la sua scaletta di capolavori della Pop Art oltre alle opere di altri artisti famosi come Julian Schnabel e Robin Rhode.

Alla domanda sul suo approccio al valore artistico, Hopper ha insistito sul fatto che non gli è mai importato davvero di ciò che l’artista si proponeva di fare. Invece, di solito si concentrava sul significato storico del pezzo e sui suoi pensieri e interpretazioni. “Non mi interessa quale sia l’intenzione dell’artista”, ha dichiarato Hopper. “O lo capisco o non lo capisco.”

Secondo Hopper, l’obiettivo principale di un collezionista d’arte è quello di preservare i pezzi in modo che anche le generazioni future possano goderne. Ha detto: “Nel migliore dei casi, quello che puoi fare con il collezionismo è assicurarti di prenderti cura dei pezzi perché ne sei davvero solo il custode e, si spera, vivranno oltre la tua vita”.

Nonostante le sue stesse dichiarazioni, lo stesso Hopper ha girato due volte un dipinto di Andy Warhol perché lo spaventava davvero. Il suo amico Alex Hitz ha ricordato: “Una notte, nel bel mezzo di un’abbuffata, Hopper, con la coda dell’occhio, vide il Mao, e ne fu così spaventato che si alzò e gli sparò, due volte, mettendo due fori di proiettile. Nel 2010, il pezzo è stato venduto per $ 302.500 (dieci volte il prezzo originale) insieme ai fori prominenti.

Guarda il tour di Dennis Hopper della sua collezione d’arte personale di seguito.