I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Guarda Chad Smith intervistare un’aggressiva Ginger Baker

Se stai cercando di vedere il batterista dei Red Hot Chili Peppers Chad Smith morire in tempo reale, sei nel posto giusto. Ginger Baker potrebbe essere uno dei batteristi più iconici e affermati degli anni ’60 e ’70, ma è anche uno dei più scontrosi. L’artista notoriamente solitario raramente si sedeva per interviste e quando lo faceva tendeva a essere impenetrabile, grossolano e non comunicativo. Qui, il collega batterista Chad Smith tenta di conoscere Baker in un’intervista approfondita sulla vita musicale dell’ex membro dei Cream.

Baker è per i batteristi ciò che Hendrix è per i chitarristi. Per qualsiasi batterista, per non parlare di uno appassionato come Smith, assicurarsi un’intervista con qualcuno come Ginger è un grosso problema. Il membro dei Red Hot Chili Peppers era consapevole della personalità aggressiva di Baker, ma ha comunque colto l’occasione per sedersi con il burbero dei Cream.

Baker si trovava a New York per una serie di spettacoli all’Iridium Club con il suo gruppo appena formato Ginger Baker’s Jazz Confusion, con il bassista Alec Dankworth, il sassofonista Pee Wee Ellis e il percussionista Abbas Dodoo. Smith ha partecipato alla serata di apertura in compagnia del documentarista Jay Bulger, che ha realizzato il documentario del 2012 Attenti al signor Baker. Bulger probabilmente ha avvertito Smith del temperamento di Baker, avendo sentito la parte dura del suo bastone durante le prime fasi del progetto.

Bulger e Smith si sono uniti a un Baker reclinato nella suite attico del Dream Hotel per un’ampia conversazione che copre tutto, dalla convivenza con Bulger durante la realizzazione di Attenti al signor Baker (che è stato un “fottuto incubo” a quanto pare) alla sua avversione per la batteria rock ‘n’ roll. Chad e Jay fanno un buon lavoro nel placare l’ansioso Baker fornendogli un comodo lettino Barca e abbastanza sigarette per uccidere un piccolo cavallo. Bulger si rivela anche sorprendentemente dalla pelle spessa, respingendo facilmente gli insulti di Baker. “Ragazzi avete un bel rapporto”, osserva Smith a un certo punto. “Mi piace questo – è come una vecchia coppia sposata o qualcosa del genere.”

Smith conclude l’intervista riflettendo sul suo incontro con uno dei suoi più grandi eroi. “Ginger è un originale completo e unico, che lo ami o no”, ha detto. “Personalmente non lo metterei nella categoria amabile, ma quello che ha fatto per la batteria è innegabile. Con i Cream e il modo in cui guidava quella band, è stato incredibile. C’erano Blind Faith e altra musica da supergruppo, poi si ritira per andare in Africa e suonare con Fela Kuti. E aveva le sue band – tutto il tempo bruciava attraverso musicisti, donne e droghe. Penso che Ginger fosse l’originale “l’uomo più interessante del mondo”. Il fatto che sia ancora vivo è un’impresa tremenda considerando il suo stile di vita”.

Assicurati di controllare l’intervista completa se non l’hai già fatto.