I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

E’ morto a 83 anni l’attore di “Quei bravi ragazzi” Paul Sorvino

Paul Sorvino, uno degli attori di lunga data di Hollywood per boss mafiosi e figure autorevoli, è morto all’età di 83 anni. L’addetto stampa di Sorvino ha confermato che l’attore è morto lunedì per cause naturali.

“I nostri cuori sono spezzati, non ci sarà mai un altro Paul Sorvino, è stato l’amore della mia vita e uno dei più grandi artisti che abbia mai abbellito lo schermo e il palcoscenico”, ha dichiarato la moglie di Sorvino, Dee Dee.

Dall’inizio degli anni ’60, Sorvino poteva essere visto interpretare ruoli da protagonista sul palco e sullo schermo. Inizialmente attore di teatro, Sorvino ha ottenuto elogi per i suoi ruoli in produzioni come Bajour e Quella stagione di campionato. A partire dai primi anni ’70, Sorvino decide di allargare il proprio raggio d’azione al mondo del cinema e della televisione.

Il personaggio cinematografico affermato di Sorvino è stato sviluppato per la prima volta quando ha interpretato il ruolo dell’ex comunista italo-americano nella vita reale Louis C. Fraina nel dramma di Robert Redford del 1981 Rossi. Da lì, Sorvino è diventato un attore caratterista molto ricercato, specializzandosi in ruoli legati alla mafia in film come Le cose e Un bel pasticcio.

Nel 1990, Sorvino sarebbe apparso nel suo ruolo cinematografico più iconico come il caporegime della mafia di Brooklyn Paulie Cicero in Martin Scorsese Quei bravi ragazzi. Sorvino ha seguito il film con un’apparizione in Oliver Stone’s Nixon nei panni del segretario di stato Henry Kissinger, aiutando il cast del film a ottenere una nomination alla Screen Actor Guild per l’eccezionale interpretazione di un cast in un film.

Un anno dopo la sua apparizione in Quei bravi ragazziSorvino avrebbe ottenuto il suo altro ruolo più iconico nella seconda stagione di Legge e ordine show televisivo. Come Seargent Philip Cerreta, Sorvino è apparso in 31 episodi della serie tra la seconda e la terza stagione dello spettacolo.

Dopo la sua corsa Legge e ordineSorvino ha continuato ad apparire in televisione e al cinema, compresi i ruoli di atterraggio in Il Razziatore, Romeo + Giulietta, Bulworth, Per amore del denaro, Le regole non si applicano, Elementaree I Goldberg. Al momento della sua morte, Sorvino aveva un ruolo ricorrente nei panni del boss della mafia della famiglia Luciano Frank Costello nella serie Padrino di Harlem.

Sorvino ha avuto tre figli dal suo primo matrimonio, tra cui l’attrice Mira Sorvino, che ha vinto un Oscar nel 1996 per il suo ruolo in potente Afrodite. Gli altri figli di Sorvino includono la regista Amanda Sorvino e l’attore Michael Sorvino.