I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Concept art surreale di Shingo Tamagawa

‘Puparia’ – Shingo Tamagawa

L’industria degli anime è senza dubbio enorme, avendo raccolto un vasto pubblico globale nel corso degli anni. Mentre le produzioni ad alto budget come Attacco a Titano hanno continuato a dominare la conversazione che circonda la forma d’arte, animatori indipendenti come Shingo Tamagawa stanno combattendo per creare un nuovo spazio per metodi alternativi di espressione artistica.

Da studente, Tamagawa è stato attratto dall’arte e dall’animazione, ma si è reso conto di voler diventare lui stesso un creatore durante gli anni del liceo. Fu in quel periodo che scoprì le opere di geni come Hayao Miyazaki e Hideaki Anno, creatori di capolavori seminali come Spirited Away e Neon Genesis Evangelion.

Tamagawa si è specializzato in belle arti come parte dei suoi studi universitari e alla fine ha finito per frequentare una scuola di specializzazione, ma in seguito ha deciso che avrebbe abbandonato gli studi per entrare nel settore. Tuttavia, la sua esperienza lavorativa gli ha fatto capire che avrebbe odiato il proprio lavoro se avesse continuato nello stesso modo. “Dopo cinque anni di lavoro nell’animazione, ho iniziato a sentirmi come se stessi perdendo me stesso”, Tamagawa rivelato.

Nel 2020, dopo una lunga pausa, Tamagawa ha pubblicato un ipnotizzante cortometraggio la cui durata era di soli tre minuti. Intitolato Puparia, è un viaggio visivo estremamente potente nei domini del surreale. “Volevo creare una storia e un mondo che avvolgesse le persone da un’altra angolazione”, ha detto Tamagawa, mentre spiegava le sue intenzioni.

Sebbene il cortometraggio fosse lungo solo tre minuti, a Tamagawa ci sono voluti tre anni per realizzarlo. Mostrando un talento innegabile e un talento per la magia visiva, Puparia porta lo spettatore in uno spazio popolato da personaggi misteriosi. L’influenza degli animatori preferiti di Tamagawa è visibile anche qui, in particolare il segmento finale che ricorda Evangelion.

Per Tamagawa, l’intero processo di animazione di questo cortometraggio potrebbe essere stato arduo, ma crede che sia la strada giusta da percorrere anche se la maggior parte dei grandi studi si concentra su margini di profitto, efficienza e velocità di produzione. Ha riflettuto: “Penso che l’intero settore potrebbe essere più felice se potessimo ruotare in quella direzione, solo un po’ di più”.

Orologio Puparia di Shingo Tamagawa di seguito.