I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Come Rage Against the Machine ha chiuso Wall Street

Se c’è una cosa che si può dire dei Rage Against the Machine, è che sono una band all’altezza del loro nome, specialmente quando si tratta del loro attivismo, se è così che vuoi chiamarlo.

Alcune delle generazioni più giovani potrebbero non essere a conoscenza dei dettagli specifici degli eventi accaduti nel 2000 quando hanno causato la chiusura temporanea della Borsa di New York, ma la rabbia si è rivelata l’antitesi del tutto letterale del tentativo di essere Il lupo di Wall Street.

Quindi, come sono riusciti esattamente a farlo? Chiudere Wall Street sembra quasi impossibile, quindi come è riuscita una band a farlo? Tutto è iniziato con la registrazione del loro video musicale per il brano ‘Sleep Now in the Fire’, brano tratto dal loro album La battaglia di Los Angeles, che si concentra principalmente sul richiamo della ricchezza aziendale, dell’avidità e del capitalismo.

Il video è stato diretto da Michael Moore, che ha fatto esibire i membri dei Rage Against the Machine sui gradini della Federal Hall a Lower Manhattan, New York City. Sebbene abbiano ottenuto un permesso federale per le riprese, le autorità di New York hanno negato a Moore un permesso valido. Ciò ha portato il NYPD a interrompere le riprese dopo che la band ha superato sei riprese, dopodiché il gruppo si è precipitato alla Borsa di New York dall’altra parte della strada mentre veniva minacciato di arresto.

Direttore Moore detto degli eventi in seguito: “Abbiamo deciso di girare questo video nel ventre della bestia. Per alcuni minuti, Rage Against the Machine è stato in grado di fermare il capitalismo americano, un atto che sono sicuro che decine di migliaia di cittadini ridimensionati apprezzerebbero”.

Tom Morello di Rage Against the Machine ricorda gli eventi, affermando: “Quindi siamo sui gradini, ci stiamo esibendo, e sta andando bene. E poi dice: ‘OK, ora giocheremo sul marciapiede, il marciapiede non consentito.’ E così, scendiamo sul marciapiede, e il sergente di polizia viene da me e mi dice: “Ragazzi, dovete tornare sui gradini”. Ricordo quello che ha detto Mike, quindi ho pensato: ‘Sta succedendo qualcosa. Continuerò a giocare.’ E poi dice: ‘Torna subito sui fottuti gradini’.

Continuò: “Ed è pazzo. La vena del poliziotto nel suo collo inizia a pulsare. E poi stacca la mia chitarra e il riff continua a suonare. E poi stacca il basso di Timmy e prende le bacchette di Brad. Lo sguardo sul suo volto è di terrore religioso. Non capisce come sta succedendo la canzone. Quindi arresta Michael Moore. Poi Michael, nel suo secondo editto da regista del pomeriggio, dice: ‘Prendi la Borsa di New York'”.

Dettagliando ulteriormente, Morello ha aggiunto: “In retrospettiva, sembrava una vittoria storica contro il male, ma quel giorno sembrava così caotico perché il nostro regista era in prigione… Alla fine, era un rock storico piuttosto spettacolare e rotolo cosa che abbiamo fatto. Non li fanno più così”.