I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Come Johnny Ramone ha deluso Chris Frantz dei Talking Heads

I Ramones e i Talking Heads si sono fatti un nome nel famoso locale dei CBGB e hanno definito il concetto di New York cool. Tuttavia, il batterista Chris Frantz non si è mai avvicinato a Johnny Ramone e, nonostante suonassero regolarmente insieme, la coppia non si è mai vista faccia a faccia.

Johnny è sempre stato l’eccezione nei Ramones e, in realtà, non si adattava perfettamente all’etica del movimento punk. Era un orgoglioso repubblicano, cosa che lo fece immediatamente distinguere dagli altri, poiché le sue opinioni politiche non erano in linea con il resto dei Ramones. Tuttavia, non era la sua politica con cui Frantz si opponeva; invece, era il suo comportamento generale.

A causa del loro background in una scuola d’arte, i Talking Heads inizialmente hanno lottato per farcela a New York e ci è voluto un po’ per dimostrare che i loro dubbiosi si sbagliavano. Era diventato il fulcro centrale del punk e, sebbene non soddisfacessero i criteri, hanno contribuito a creare una nuova ondata di moda.

Anche Johnny Ramone li ha cancellati a causa del loro passato e li sentiva pretenziosi. Quando le due band andarono in tour insieme nel 1977, a malapena disse una parola a Frantz e il suo atteggiamento freddo lasciò un’impressione duratura sul batterista. Scrivere come parte delle sue memorie del 2020 Rimani innamorato, Frantz ha discusso dei suoi primi ricordi dei Talking Heads e dell’ostilità che ha dovuto affrontare dal resto della scena. Esilarante, Frantz ha anche rivelato che inizialmente pensava che i Ramones fossero una band messicana, ma una volta che li ha ascoltati, se ne è innamorato.

Tuttavia, quando le due band trascorsero sette settimane in tournée in Europa nel 1977, a Frantz non piacque molto la sua esperienza con Johnny. “Johnny era un vero figlio di puttana”, ha detto. Il batterista ha anche ricordato come il chitarrista si lamentava di tutto, si riferiva a Stonehenge come “un mucchio di vecchie rocce” e non amava Parigi perché la gente parlava francese.

“Era come un tipo di Archie Bunker”, ha detto Frantz Il guardiano. “Devo pensare che suo padre ha fatto un numero su di lui.” Inoltre, Frantz ha affermato che Ramone ha maltrattato Tina Weymouth durante la gita.

Più tardi, Ramone ha anche parlato del tour ed era ugualmente scontento dei Talking Heads. Tuttavia, il suo problema derivava dalla loro educazione piuttosto che dalle loro azioni. Una volta ha ricordato: “Ad aprile siamo partiti per un tour di sette settimane in Europa con i Talking Heads. Erano due fattori di stress: i Talking Heads e l’Europa.[…] Eravamo su un autobus turistico e io odiavo l’autobus. Non abbiamo parlato molto con loro. I Talking Heads erano persone con un’istruzione universitaria e noi eravamo ragazzi di strada”.

Nel frattempo, Frantz ha anche raccontato in precedenza di essere stato informato della reazione di Ramone nell’apprendere che i Talking Heads si sarebbero aperti per loro ai CBGB. Il batterista ha detto: “Hilly [Kristal] chiese: ‘Va bene se i Talking Heads aprono per te?’ e Johnny ha detto: ‘Oh sì, faranno schifo, quindi non c’è problema. Possono aprire per noi.’ [Johnny] è arrivato verso la fine, ma per molto tempo ha pensato che avessimo fatto schifo.

Anche se Johnny è stato conflittuale con i Talking Heads durante il loro tour, non gli hanno permesso di rovinare la festa. Quegli spettacoli in Europa rimangono un bel ricordo per Frantz poiché è stato il primo viaggio dei Talking Heads attraverso l’Atlantico e il bene ha superato di gran lunga il male.