I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Ascolta la cover dei Pink Floyd di Taylor Hawkins e Foo Fighters

Dopo la tragica scomparsa di Taylor Hawkins, i fan hanno cercato contenuti per ricordare il batterista e il suo eccezionale talento musicale. Naturalmente, ci sono così tante canzoni dei Foo Fighters che mettono in mostra le sue abilità, ma trovare una gemma nascosta nella loro discografia offre uno sguardo su un altro lato di Hawkins.

Anche se non esattamente all’interno del canone della loro discografia, i Foo Fighters hanno eseguito una cover dell’iconica canzone dei Pink Floyd “Have A Cigar”, una registrazione che ha permesso a Taylor Hawkins di allontanarsi dalla batteria e, invece, dietro il microfono doveri vocali.

In questa versione della canzone, puoi dare un’occhiata alla voce roca, unica, ma completamente rock classica di Hawkins. C’è una grinta e un graffio che funzionano perfettamente con questa canzone, offrendo una versione alternativa di un classico. Quindi, perché i Foo Fighters hanno scelto di passare da Dave Grohl a Taylor Hawkins in primo luogo? Ebbene, la risposta potrebbe essere fatta risalire agli stessi Pink Floyd.

In un pezzo di musica alternativa, l’originale “Have a Cigar” vede i Pink Floyd presentare un cantante esterno solo per la seconda volta nella loro storia. Roger Waters e David Gilmour si sono allontanati dal microfono, dando il benvenuto a Roy Harper alla guida della band. Questo concetto di cantante alternativo si lega alla copertina dei Foo Fighters e li ha ispirati a fare il passaggio.

Anche se la versione originale di questa canzone ha i suoi punti di forza, la cover dei Foo Fighters porta il materiale ai giorni nostri con un suono rock moderno e un ritmo più veloce. Questa è una parte del motivo per cui la voce di Taylor Hawkins funziona così bene da fondersi con il resto di questa traccia.

Non solo questa canzone si fonde eccezionalmente bene con la voce di Taylor Hawkins nel brano, ma offre anche uno spaccato di un lato della band che normalmente non vediamo. Anche se Hawkins era ampiamente considerato un genio musicale e una leggenda creativa in così tanti modi.

cantante dei Foo Fighters Dave Grohl si riferiva a Hawkins come al suo “migliore amico e complice”, qualcuno che illuminava le stanze con una presenza frizzante e un costante “sorriso a trentadue denti”. È chiaro che questa energia è qualcosa che porta così tanti sforzi, incluso provare qualcosa di nuovo come saltare sulla voce e rendere omaggio a una band che tutti amavano.

Dopo la morte di Hawkins, i suoi compagni di band e l’intera industria sono rimasti scossi, rendendo imperativo trovare il contenuto con cui può essere ricordato per i suoi numerosi talenti e condividerlo con il mondo.

Dai un’occhiata alla gamma vocale di Taylor Hawkins e ascolta la versione dei Foo Fighters di “Have a Cigar” dei Pink Floyd, di seguito.