I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Al Pacino ha riscritto la scena dell’aula in “Giustizia per tutti”

Al Pacino è un attore che ha sempre fatto le cose a modo suo. Il metodo di recitazione che ha imparato all’HB Studio e all’Actors Studio di New York City da giovane lo ha portato a recitare in ruoli come se lui stesso incarnasse il personaggio che interpreta.

Pacino non ha mai avuto paura di capovolgere il regolamento o di rifiutare ruoli che non riteneva adatti a lui, anche quando alla fine si sarebbe pentito delle occasioni mancate. Ha persino rifiutato il ruolo di Han Solo in George Lucas’ Guerre stellaripoiché sentiva di non “capirlo”.

In uno dei ruoli più famosi di Pacino, interpreta il cieco e in pensione veterano della guerra del Vietnam Frank Slade nel film del 1992 Profumo di donna. L’eccellenza di Pacino come attore è esemplificata nella scena dell’aula del film quando tenta di aiutare un giovane laureato in un’udienza disciplinare scolastica. “Fuori ordine? Ti faccio vedere fuori ordine!” grida notoriamente. Il film ha continuato a far guadagnare a Pacino un Oscar come miglior attore.

Eppure non è la prima volta che Pacino ha dominato l’aula in una delle sue scene. Ha interpretato l’avvocato difensore di Baltimora Arthur Kirkland negli anni ’79 E giustizia per tutti. In molti modi, la scena del film sarebbe stata ripresa Profumo di donnamentre il Kirkland di Pacino urla nella scena culminante dell’aula del tribunale, “Sei fuori servizio! [pointing at the judge] sei fuori servizio! Il intero processo fuori servizio! [pointing at the jury] Loro sono fuori servizio!”

L’autrice Ira Wells ha rivelato, in una biografia su Norman Jewison, regista di E giustizia per tutti, che Pacino ha effettivamente riscritto la scena prima di girarla, poiché non pensava che fosse abbastanza realistica. Nella biografia, Jewison dice a Wells: “Sono rimasto scioccato. Pacino è venuto da me e mi ha detto che aveva apportato alcune modifiche e che aveva completamente riscritto la scena. E ovviamente era noioso! Non ha funzionato”.

Jewison è riuscito a convincere Pacino a filmare la scena come era stata inizialmente scritta, anche se Pacino, senza dubbio, avrà messo tutta la sua energia ed esperienza per renderla una delle sue scene più famose. Pacino una volta ha dichiarato: “In una scena in aula, usi sempre il tuo senso delle cose e talvolta usi anche le tue stesse parole che ti vengono in mente. Quello che intendo dire con tutto ciò che finisce sullo schermo non sono sempre le parole che sono scritte nella sceneggiatura”.

È un sentimento espresso anche da Matthew McConaughey quando ha filmato la scena culminante dell’aula del tribunale nel film del 1996 Un tempo per uccidere: “Sapevo già a quel punto che se quella conclusione finale non inchioda assolutamente la verità, allora non importa come sarà il resto della mia performance. […] Questa somma è la cosa che deve funzionare. Se questo non funziona, non importa quanto sei bravo nel resto del film. Il film non funziona e la tua interpretazione non funzionerà a meno che tu non lo indovini”.