I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Musica: i Maedusa selezionati per SanRemo-Rock 2022

La band si è candidata alla 35esima edizione del Festival Sanremo Rock, inviando un inedito sulla piattaforma.

60 000 utenti selezionati in questa prima fase sono stati autorizzati a esibirsi come parte delle performance live. Tra cui il Club Tilt di Avellino. Il primo tappa della selezione è stata superata anche se l’artista ancora ha l’accesso alla fase finale nazionale del progetto che si terrà al Teatro Ariston di Sanremo dal 5 al 10 Settembre.

Domanda: Quando inizia Sanremo Rock 2022?

Risposta: 9 Settembre 2022

La band Maedusa nasce a Pompei nel 2017. Dal gruppo di origine ci sono tuttora Roberta Caraviello alla voce, Antonio Clemente alla chitarra e Luigi Tarantini alla batteria. Nel 2020 si è aggiunto il bassista Gennaro Russo Guarro, il più piccolo del gruppo, 16 anni portati bene. Dopo un periodo di ostacoli ed aggiustamenti, la band sembra aver raggiunto il suo equilibrio.

“Come la maggior parte dei gruppi appena agli inizi, abbiamo suonato per la prima volta cover di David Bowie, Pearl Jam, Led Zeppelin e altri. Quando abbiamo iniziato a mettere la nostra firma sulle cover, abbiamo continuato a pensare ad altre canzoni da aggiungere. E ora non solo suoniamo cover ma inventiamo anche le nostre canzoni”.

Domanda: Quanti soldi ci vogliono per andare a Sanremo?

Risposta: Calcolatrice alla mano, il costo complessivo di Sanremo 2022 dovrebbe dunque superare di poco i 17,3 milioni di euro.

I testi sono scritti da Roberta, sono molto introspettivi, riflettono le esperienze personali – lo scopo è esprimersi nel modo più onesto e veritiero possibile, perché esprimere i propri sentimenti non è una debolezza, è forza e dà forza – Le chitarre sono interamente composti da Antonio e contengono molte influenze degli anni ’80 e ’90, arricchite da un sound moderno, nuovo senza dimenticare i supereroi del vinile. Le parti di batteria sono arrangiate da Luigi e sono il risultato di un ensemble ritmico che raccoglie influenze funk, blues, progressive.

Il basso, pensato e arrangiato da Gennaro, è fortemente influenzato dagli anni ’90, questo lo si riconosce dal tempo lento che contrasta con gli acuti; c’è anche un’apertura a metà del pezzo: la musica che propone il gruppo è l’incontro tra i generi e le tendenze musicali di ogni componente, hanno conversazioni sempre contrastanti e discordanti ma un desiderio comune di farsi ascoltare e di crescere.

Domanda: Quanti soldi ci vogliono per andare a Sanremo?

Risposta: Calcolatrice alla mano, il costo complessivo di Sanremo 2022 dovrebbe dunque superare di poco i 17,3 milioni di euro.

Share music, un collettivo di musicisti internazionali attualmente residenti a Londra, è stato fondato per commentare e sperimentare stili musicali. Partendo come individui sperimentali, i membri di Share music alla fine hanno perseguito generi e suoni di tendenza che rappresentavano al meglio l’identità del gruppo. Le ultime uscite di Share music si presentano come più ortodosse per quanto riguarda il suono.