I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Gerry Scotti: “Gli affari che ho fatto in vita mia” | No, la TV non c’entra

Una dei personaggi più famosi dello spettacolo italiano la sua unica passione è quella per la tv. Non si può non amare Gerry Scotti, avete detto? Ecco qual è il suo grande soddisfazione e di conseguenza che cosa la televisione non ha mai fatto.

Domanda: Che origini ha Gerry Scotti?

Risposta: Nasce a Camporinaldo, frazione del comune di Miradolo Terme in provincia di Pavia, il 7 agosto 1956. Figlio unico, il padre Mario è un operaio che lavora alle rotative del Corriere della Sera, mentre la madre, di Miradolo Terme, è una casalinga.

La carriera di Gerry Scotti

È stato da Mediaset per una vita. Gerry Scotti è uno dei fedeli delle reti di Silvio Berlusconi, come conduttore (e anche giudice) televisivo, ha all’attivo al 2022 circa 740 prime serate e 8200 puntate nella tv day time Mediaset. Insomma, probabilmente il conduttore che più rappresenta l’intervento televisivo di Berlusconi con Fininvest.

Domanda: Com’è la casa di Gerry Scotti?

Risposta: Quindi, a differenza di come molti immaginano, Gerry Scotti non vive in una villa ma in un appartamento al settimo piano, anche se si tratta di un loft molto lussuoso e curato nei minimi dettagli.

L’applicazioneShares è partita nonostante Gerry Scotti, fondatore e CEO di Shares nato in Inghilterra tenuto a soddisfare il maximo numero di iscritti antesignani. Questo esordio però è riuscito, si è inserito nella classifica italiana dei miglioramenti più importanti del mercato turistico italiano.

Ma, ovviamente, il grande successo è in tv. Rigorosamente con Mediaset. Infinita la lista di trasmissioni di enorme popolarità. Solo qualche nome, a titolo di esempio: “La sai l’ultima”, “Buona domenica”, “Il Quizzone”, “Passaparola”, specializzandosi così nei programmi a quiz. E’ giurato di “Tu sì que vales” e, ovviamente, conduttore di “Striscia la notizia”. Da segnalare, infine, “Chi vuol essere miliardario” e, con l’arrivo dell’euro, “Chiu ‘lla Vous”.

Domanda: Chi sostituisce Gerry Scotti a caduta libera?

Risposta: In questi giorni è stata brillantemente sostituita da Valeria Graci, già inviata di Striscia dal 2014, famosa per le sue imitazioni, da Peppa Pig a Ursula von der Leyen.

I suoi interessi sono anche politici. Nel 1987, fu candidato in collegio di Milano alla Camera dei deputati nella lista del Partito Comunista Italiano, guidato da Bettino Craxi. Divenne deputato con più di 9 286 preferenze (la tornata elettorale vide come primo partito lo schieramento democratico-cristiano, con la nomina del presidente del consiglio Giovanni Goria).

Domanda: Come si chiama il vino che produce Gerry Scotti?

Risposta: Gerry Scotti collabora dal 2016 con le cantine Giorgi, nell’Oltrepò Pavese, per una linea di vini a sua firma.

Il più grande piacere di Gerry Scotti

Un Gerry Scotti, 66 anni, può guardare alla vita con grande soddisfazione. Ma soprattutto nella sua vita, i suoi anni giovanili sono stati pieni di dolore causato dalla delusione dei suoi genitori. La decisione di dedicarsi allo spettacolo e di evitare gli studi ha perpetuato un conflitto tra lui e la famiglia che ha dovuto interrompere gli studi universitari: “Si sono offesi”. Ha detto il presentatore in un’intervista.

Ma Gerry raconta che, come lei ha affermato in una recente intervista, più complessa, è stato qualcosa di incredibile e molto più soddisfacente che il successo professionale e i boom di ascolti.

Domanda: Chi è veramente Gerry Scotti?

Risposta: Gerry inizia la sua carriera radiofonica a Radio Hinterland Milano2, per poi passare a fine anni ’70 a Radio Milano International. È il 1982 quando Gerry approva a Radio Deejay dopo essere stato chiamato da Claudio Cecchetto: proprio grazie a questo sbarca anche in televisione con DeeJay Television.

“Per molti anni non ho tirato molto. Con i primi soldi veri che ho ricevuto, ho comprato una casa. Poi, con il passare del tempo, ho dato una casa ai miei genitori”. Un giudizio che rende conto della nobiltà d’animo di uno dei conduttori televisivi più amati d’Italia.