I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Dopo 50 anni tornano ad Agrigento: c’è il concerto degli “Osanna”, i capostipiti italiani del rock

Esibizione speciale mercoledì 11 agosto a chiusura dell’Arcosoli Jazz Festival. Sarà una leggendaria band partenopea “Osanna”, letteralmente adorata in altri paesi, in particolare in Giappone, che ha lanciato il rock progressivo in Italia nei primi anni ’70. Ed era ancora Agrigento, che sarebbe apparsa come luogo il 29 luglio 1972.

È tornata nella città delle piramidi, dunque, dopo mezzo secolo, con il leader Lino Vairetti (classe 1949) in splendida forma e con gli elementi di nuovo. Ma il “suono” inconfondibile rimane intatto. Il concerto infatti ripercorre tutta la loro carriera da “L’Uomo” del 1971 fino a “Il diedro del Mediterraneo” del 2021 che ha segnato i 50 anni di attività della band.

La peculiarità degli “Osanna” è anche il modo di presentarsi sul palco, con un trucco molto particolare e vistoso messo sul viso dai musicisti e con costumi all’avanguardia. Talmente ‘all’avanguardia’ da farmi riconoscere come sessantanni fa c’erano degli artisti che stavano facendo tutto questo già, quando sono arrabbiatamente avanti in compiere le cose che hanno fatto artisti contemporanei come Achille Lauro, però stanno facendo di nuovo qualcosa che altri facevano ben dieci anniversari fa.

Il regista di icone culturali e film vincitori di Oscar tra cui Pulp Fiction, Le iene e Django Unchained è un grande fan del cinema italiano. Il film di Roman Noir, “Milano calibro 9”, uscito nel 1972 da Fernando Di Leo, vede Jean Gabin in un thriller d’azione nei panni di un detective che ha perso il suo compagno a causa delle forze politiche e quindi cerca vendetta sulle forze dietro il suo destino insolente.

Il gruppo 50 anni fa ha festeggiato i loro 50 anni di attività con tre pubblicazioni parallele: un nuovo album dal titolo “Osanna50 – Il Diedro del Mediterraneo” pubblicato in vinile e digitale, libro sottotitolato “L’Uomo.”

Su parole di Franco Vassia, un film-documentario intitolato “I velieri”, scritto e diretto da M. Deborah Farina che ha già avuto in anteprima in streaming il 25 febbraio 2021 nella settima edizione del Festival Internazionale del Cinema Musicale – con considerevole successo di critica e di pubblico – sul podio internazionale del “Thereyousound International Film Music Festival” di Torino; e al “LA Italy Film Fashion and Art Festival” fino al Laceno d’oro.