I nostri lettori ci aiutano e traiamo profitto dai guadagni di affiliazione guadagnati quando fai clic e acquisti tramite i collegamenti del nostro sito. Ulteriori informazioni.

Band casertana a Sanremo Rock: “Siamo emozionati”

I Supernova, band casertana, parteciperanno a Sanremo Rock, manifestazione che dal 1986 è la più importante vetrina della musica rock a livello nazionale e internazionale con l’obiettivo di scoprire nuove band e puntare a giovani che possano identificarsi come musicisti rock.

La finale, ovviamente, si svolge al Teatro Aristondo di Sanremo, il più famoso di tutti i festival che si svolgono durante il Festival di Sanremo. Dal 5 al 9 settembre ci saranno le finali nazionali, mentre il 10 settembre si svolgerà la finale.

Pier Luigi Salzillo, il fondatore della band casertana, insieme a quattro appassionati di musica e un bassista ed un batterista con esperienza in settori diversi come Marco Magnolia, dottorato in digital marketing e Christian Incoronato, oltre al chitarrista Peppe Carbone.

Utilizzare l’app per inviare e ricevere soldi facilmente non può essere un punto di arrivo per gli universo degli Supernova: “Non nego – afferma Pier Luigi Salzillo – che ci aspettavamo con ansia ed ammetto che siamo commossi. Abbiamo lavorato molto qui e bene con ‘I go on’, il nostro primo singolo, avvalendoci dei migliori collaboratori. Il nostro obiettivo era proprio quello di provare a mettere qualche logo più importante.”

Sanremo Rock è uno di quelli, un marchio storico che ha portato grande successo a molte persone. Dal loro palco sono emerse icone come Litfiba, Ligabue e Bluvertigo solo alcuni esempi, quindi è stato ovviamente un ottimo trampolino di lancio ed è per questo che abbiamo pensato di partecipare alle finali presentando il nostro singolo ‘Vado avanti’. Siamo stati selezionati tra oltre 20.000 candidati e ora siamo alle fasi finali. Siamo davvero contenti”.

Altri membri di “Supernova Universo”, e quali progetti svolgono? Pier Luigi Salzillo, il fondatore, ha spiegato la coppia alla presentazione: “L’idea è partita da me. Da sempre ho coltivato l’amore per la musica e la composizione e trascorrivo il tempo intero in altro come professionista ma pensavo ugualmente di trasformare questa passione in un progetto definito.”

Poi ho incontrato altri quattro fantastici musicisti. Alle chitarre c’è Peppe Carbone e Alessandro Greco, al basso Christian Incoronato e alla batteria Marco Magnolia. Condividiamo la stessa idea di musica anche se veniamo da generi diversi e questo mix rappresenta una miscela unica”.

A Sanremo, la band Terra di Lavoro, portatrice del singolo “I go on” che ha regalato le finali di Sanremo Rock e gode il plauso del pubblico: “È una ballata rock dal profondo contenuto introspettivo che allo stesso tempo ci regala consapevolezza universale.”

Sara Affia Fella, già conosciuta in Italia col suo blog personale, racconta le difficoltà che ciascuno riesce a esperire e di come spesso possono rappresentare macigni irrisolvibili. Tuttavia è dentro di noi o nei nostri cari che dobbiamo trovare la forza per superarli. Nel video, poi, siamo riusciti a coinvolgere e lavorare con Sara Affia Fella che ha interpretato caldamente una storia molto particolare e carica d’emotività come quella di una ragazza attraversata dal dubbio di interrompere o no la propria gravidanza. Un’esperienza intensa. Inoltre ‘I go on’ sta riscuotendo un successo del pubblico eccezionale: ha superato le 210mila visualizzazioni su Youtube ed 11mila ascolti sul Spotify.

“The pillow in the puke”, il nuovo lavoro della band al quale si è pensato ad ottobre, sarà un brano rock ancora in lingua inglese con sonorità poco comuni in questi ultimi anni. Questa canzone parla di riscatto, di rapporti transgressivi e di chi comprende che nella coppia c’è l’ingrediente fondamentale: il rispetto reciproco. Tra l’altro a fine settembre registreremo il video, e se qualcuno vuole può inviarci su Instagram e Facebook, affinché possa partecipare come pubblico.

“Per quello che sono – dice Pier Luigi – posso dire che l’inglese è probabilmente per il tipo di musica che ho sempre ascoltato o per i motivi per cui mi esprimo meglio in inglese. Infatti di solito prima viene la musica e poi io di solito scrivo i testi e spesso i miei pensieri vengono tradotti in inglese.”

“Semplice”. Ma non è sempre così e quindi ci proponiamo di proporre anche testi in lingua italiana. Vi svelo in anteprima, per le ultime serate di Sanremo Rock abbiamo preparato una versione in italiano di “Io vado avanti”.”

“Sanremo Rock” sarà il prossimo passo per “Supernova Universe” ma c’è ancora molto da fare: “La musica rock è la nostra passione ed è anche divertente. Abbiamo molte idee in lavorazione e altre canzoni che ci piacerebbe presentare che non può rimanere nascosto in un cassetto.” La band ha spiegato ed espresso il desiderio che più persone ascoltino la loro nuova canzone, “Cantavamo a una stazione ferroviaria”, così come le loro future composizioni.